Lecce, maxi blitz della Gdf: arrestati 27 narcotrafficanti tra Italia e Albania

Lecce maxi operazione antidroga della Gdf 27 arresti

Lecce, maxi blitz della Gdf: arrestati 27 narcotrafficanti tra Italia e Albania

Il tutto era gestito da quattro gruppi criminali che organizzavano il traffico tra Lombardia, Liguria, Calabria, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia.

Le persone arrestate sono responsabili a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla produzione e al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e detenzione e introduzione nel territorio nazionale di armi e munizioni da guerra. I capisaldi dei gruppi criminali, quasi tutti albanesi, commissionavano, rivolgendosi ai propri connazionali, organici al sodalizio, ingenti quantitativi di droga da smerciare in tutta Italia ed in altri Paesi europei.

Fani è accusato di essere uno degli scafisti e corrieri della droga (cocaina e marijuana) proveniente dall'Albania e destinata alle coste pugliesi. La fase logistica in Italia, ossia il temporaneo stoccaggio e la commercializzazione delle partite di droga, veniva affidata a complici italiani in posizione "subordinata" rispetto agli albanesi, a testimonianza di quanto le organizzazioni criminali albanesi siano riuscite ad insinuarsi con prepotenza nel tessuto criminale locale e nazionale.

Servizio civile obbligatorio con il reddito cittadinanza
Gli emendamenti chiedono, inoltre, di dare priorità, nel programma del reddito di cittadinanza , alle famiglie con disabili. Un anno di servizio civile obbligatorio per i richiedenti il reddito di cittadinanza che abbiano tra i 18 ed i 28 anni.


Delle 27 ordinanze di custodia cautelare emesse dal giudice per le indagini preliminari di Lecce Michele Toriello su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) ne sono state eseguite 22. "Lo dimostra il fatto che, ripetutamente, gruppi criminali di spessore anche mafioso presenti in Sicilia ed in altre città italiane, si siano rivolti agli stessi gruppi criminale per approvvigionare i rispettivi mercati di ingenti quantitativi di stupefacente pagato in anticipo e per contanti generando un vorticoso flusso di denaro verso il Salento e l'Albania".

Durante le indagini i militari del Gruppo d'investigazione sulla criminalità organizzata di Lecce, in collaborazione con i mezzi aerei e delle motovedette di Bari, sono riusciti in molti casi ad intercettare le spedizioni in mare, compiendo 26 distinti interventi operativi, arrestando in flagranza 31 persone, con 90 denunciate a piede libero, sequestrando 8 tonnellate e mezzo di marijuana e quasi 10 kg di eroina e cocaina, oltre che armi e munizioni. Sarà presente anche il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero de Raho, oltre al procuratore di Lecce, Leonardo Leone De Castris, del comandante regionale Puglia e del comandante del Scico della Guardia di finanza.

Latest News