Tav: analisi costi-benefici boccia progetto, Lega e M5s divisi, deciderà governo

Tav pubblicata analisi costi-benefici Opera bocciata

Tav, il Mit svela l'analisi costi-benefici

Alessandro Morelli, presidente leghista della commissione Trasporti della Camera, ha detto oggi a Reuters che "la posizione degli italiani rimane la stessa, per il sì", mentre il capogruppo a Montecitorio Riccardo Molinari (Lega) ha invitato a far scegliere i cittadini in mancanza di un accordo nella maggioranza.

Nello scenario che la commissione ritiene più credibile i flussi che la Tav drenerà dal traffico stradale vengono ridotti della metà rispetto alle previsioni dell Osservatorio, la domanda generata per passeggeri su lunga percorrenza viene ridotta dal 218% al 50% di quella attuale, e pure la domanda dei passeggeri regionali viene dimezzata. E si potrà capire "quanto ci costa, quanti sono i benefici".

L'incontro con le autorità italiane in merito all'analisi costi-benefici sulla Torino-Lione, secondo quanto si apprende, si terrà molto presto ma sarà solo a livello tecnico.

Il risultato è negativo in entrambi.Il risultato è negativo, bene che vada, prosegue il Fatto, per 7 miliardi. I benefici della Tav sui tempi di percorrenza lungo le principali direttrici stradali del nord-est e sulle emissioni non sono in discussione.

La vicenda sulla Tav sta assumendo toni irrealistici in cui si fronteggiano, su una materia delimitata tecnicamente e scientificamente, quindi oggettiva per definizione, i pareri di una commissione di esperti universitari e politici di recente nomina, al digiuno della materia di cui si tratta.

Elena Maccanti della Lega ha ascoltato la relazione del professor Ponti e poi ha replicato sottolineando che il metodo con cui è stato diffuso il dossier ufficiale, un'anticipazione al quotidiano Il Fatto Quotidiano, "non ha certo aiutato".

Tajani alla foiba di Basovizza: ''Viva l'Istria italiana, viva la Dalmazia italiana''
L'orrore di migliaia di persone gettate, spesso ancora vive, nelle profondità delle cavità carsiche, è un fatto storico acclarato. Mi riferivo agli esuli istriani e dalmati di lingua italiana, ai loro figli e nipoti , molti dei quali presenti alla cerimonia".


I benefici ambientali sono valutati attribuendo un valore economico alle minori emissioni: a ogni tonnellata di Co2 non immessa nell'atmosfera è assegnato un effetto positivo di 90 euro per minori danni ambientali. Più che elaborazione del lutto dovuto alla pesante sconfitta elettorale in Abruzzo, nei Cinquestelle si sostiene che si è "lavorato sul dopo" e su come correggere la strategia comunicativa puntando più sulle cose fatte che su dichiarazioni e annunci. Una notizia che, quando si è diffusa, ha indotto fonti del Ministero a precisare che il professore "non ha partecipato, in specifico, alla stesura della relazione".

La commissione ha valutato in 1,5 miliardi i costi di ripristino dei cantieri e rimodernamento della vecchia linea del Frejus, che lascerebbero il bilancio dell'opera in territorio ampiamente negativo, con un passivo ridotto però a 5,7 miliardi.

(Teleborsa) - Realizzare la TAV potrebbe costare fino a 12 miliardi e restituire una redditività negativa.

Ora Giorgio Mulè è conosciuto come giornalista, già direttore di Panorama (successe a Maurizio Belpietro), ma non era risaputo di una sua laurea in ingegneria gestionale che gli permettesse di scendere in campo contro dei super esperti universitari.

Ed è su questo nodo che, prevedibilmente, si giocherà il futuro della TAV.

Latest News