Riscoperta un'ape gigante che si pensava fosse estinta

La'Megachile pluto, o ape gigante di Wallace messa confornto che un'ape europea

La'Megachile pluto, o ape gigante di Wallace messa confornto che un'ape europea

Con un'apertura alare di 6 centimetri, l'ape gigante di Wallace è l'ape più grande del mondo.

Da allora l'ape gigante aveva fatto perdere le proprie tracce. L'insetto, descritto per la prima volta nel 1858 dall'esploratore britannico Alfred Russel Wallace, sembrava scomparso dal 1981, quando un'altra spedizione scientifica ne trovò diversi esemplari.

Oltre che dal collezionismo, l'ape gigante di Wallace è minacciata anche dalla deforestazione e dalla perdita di habitat. A più di 38 anni dall'ultimo avvistamento, è stata ritrovata la specie di Wallace (Megachile pluto), soprannominata Bulldog.

Читайте также: Maxi Lopez: "Ho tanto da raccontare su Wanda Nara e Selvaggia Lucarelli"

La riscoperta, nelle Molucche del Nord, fa sperare che le foreste della regione conservino ancora uno degli insetti più rari e più ricercati al mondo e che attualmente non è protetta dalla Convention on international trade in endangered species (cites) e quindi non gode di nessuna protezione legale per impedirne il commercio.

L'attuale scoperta è stata fatta da un team guidato da Clay Bolt ed Eli Wyman - scrive Newsweek - che ha organizzato una spedizione sull'isola indonesiana di North Moluccas e dopo cinque giorni di pazienti ricerche ha trovato un esemplare femmina che viveva in un nido di termiti su un albero a circa 2,4 metri dal suolo. La spedizione scientifica nel Nord delle Molucche è infatti partita dopo che un noto entomologo, Nicolas Vereecken dell'università di Bruxelles si è accorto che un esemplare di Megachile pluto era stato venduto su eBay per 9 mila dollari nel 2018.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Latest News