Nazioni: l’Italia in Inghilterra prova a sorprendere

Inghilterra troppo forte Azzurri ancora

Nazioni: l’Italia in Inghilterra prova a sorprendere

Con la partita impostata sul piano fisico, specie nella linea arretrata, l'Italia non ha avuto le armi per controbattere trovandosi quasi sempre perdente negli impatti e debole nei placcaggi.

A conclusione sia consentito che è sbagliato ironizzare sulla lunga sequenza di sconfitte azzurre, perché quest'anno i progressi ci sono stati. Se poi si aggiungono le maggiori qualità tecniche degli inglesi e della loro panchina, ecco che il pesante risultato di Twickenham trova una spiegazione più che logica. Alla meta da mischia inglese risponde Allan (7-7). Giocherà al Sandy Park di fronte ad un pubblico da record: la RFU ha annunciato che per la sfida di sabato sono stati già venduti 9.400 biglietti ed è la prima volta che accade fra le mura di casa al di fuori di una partita di Coppa del Mondo. La meta di Shields fissa il punteggio sul 31-7.

"Gli infortuni sono una parte dello sport anche se non piacevole".

Alcuni momenti della fase offensiva sono sicuramente quanto di più positivo visto oggi dagli azzurri, che spesso sono riusciti a mantenere il possesso per un numero di fasi che fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile, mancando però - solito grave problema - spesso l'acuto decisivo per marcare. In avvio di ripresa sono arrivate la seconda meta di Tuilagi, non trasformata da Farrel, e la seconda dell'Italia con Morisi. Probabilmente questo è stato l'impegno più duro in questo Sei Nazioni. Forse è l'occasione più alla portata per rompere un digiuno di vittorie che nel Sei Nazioni ormai dura da troppo tempo.

Mandzukic vicino al rinnovo: manca solo l’ufficialità per il croato
Fino al 2021 il bomber classe '86 guadagnerà 4,5 milioni di euro a stagione più bonus legati ad obiettivi personali e di squadra. Un'ottima notizia, anche per i tifosi della vecchia signora , che non può che far bene all'intero ambiente.


Il cucchiaio di legno per l'Italia di rugby si avvicina.

Inghilterra: Daly; Cokanasiga, Tuilagi M. (62' Slade), Te'o, May; Farrell (cap) (61' Ford), Youngs (61' Robson); Vunipola B., Curry (55' Wilson), Shields; Kruis, Launchbury (66' Hughes); Sinckler (55' Cole), George (58' Cowan-Dickie), Genge (58' Moon).

Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Edoardo Padovani, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse, 7 Braam Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Federico Ruzza, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti.

Latest News