Bce taglia stime Pil Eurozona, nel 2019 solo +1,1% - Europa

Bce taglia stime Pil Eurozona, nel 2019 solo +1,1% - Europa

Bce taglia stime Pil Eurozona, nel 2019 solo +1,1% - Europa

I prestiti avranno una scadenza di due anni. "Queste nuove operazioni - spiega la Bce - aiuteranno a mantenere condizioni di credito favorevoli per le banche e aiuteranno con una trasmissione efficace della politica monetaria". "Con le Tltro le controparti potranno prendere in prestito fino al 30% dello stock di prestiti idonei al 28 febbraio 2019 ad un tasso indicizzato al tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali nel corso della durata di ciascuna operazione". Le ultime stime dello staff della Bce mostrano una "revisione sostanziale al ribasso" per il Pil dell'Eurozona nel 2019 e 2020, annuncia il presidente della Bce.

Amici 2019 Serale: concorrenti, giudici e coach. Ecco chi sono
Tutti i ragazzi della scuola festeggiano l'ingresso di Mameli e Mowgly al serale , anche se adesso i posti al serale diminuiscono. Archiviata la prima parte della puntata, sarà la volta della seconda sfida a squadre della giornata.


Lo ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine del Consiglio direttivo, ripondendo a chi gli chiedeva perché la Bce a fronte dell'incertezza avesse deciso di corregge nettamente la rotta in maniera espansiva. Limata anche la crescita per il 2020: passa dal +1,7% al +1,6%. La reazione dei mercati, infatti, è stata duplice: da un lato, dopo l'annuncio del terzo round di Tltro, si è registrato subito una diminuzione dello spread btp-bund poco sopra 240 punti base, praticamente i livelli di settembre 2018, dall'altro, però, Piazza Affari e le altre Borse europee sembrano avere interpretato in modo negativo le decisioni prese dall'Eurotower (a Milano il Ftse Mib ha chiuso con un calo dello 0,8 per cento). Significa che ancora non è chiaro se i prestiti saranno mirati verso specifici settori dell'economia, come l'industria dell'auto che in Germania sta arrancando a causa del calo dell'export (trascinando con sé anche la componentistica che altri Paesi, in primis l'Italia, forniscono proprio alle imprese tedesche); o a settori come quello immobiliare, che aiuterebbe l'Olanda dove il settore della real estate versa in difficoltà. Scossone dell'euro sui mercati dopo la decisione della Bce che prelude a un taglio delle stime macroeconomiche, oltre al lancio di un nuovo Tltro per le banche a condizioni meno vantaggiose. Tagliato le stime del pil dell'Eurozona per il 2019 a +1,1% e dell'inflazione dall'1,6% all'1,2%. Ed è anche per questo motivo, probabilmente, che Draghi ha voluto ribadire l'importanza di ricostruire margini di manovra nelle finanze pubbliche: "Ciò risulta particolarmente importante per i paesi che presentano un debito pubblico elevato e per i quali il pieno rispetto del patto di stabilità e crescita è cruciale per preservare posizioni di bilancio solide", ha sottolineato. Invariata, invece, la stima per il 2021, al +1,5%.

Latest News