Morte Astori omicidio colposo, due medici indagati: i dettagli

Davide Astori, chiusa l’inchiesta sulla morte del capitano della Fiorentina: due medici indagati per…

Astori, chiuse le indagini sulla sua morte: accusa di omicidio colposo per due medici

E' il reato che la Procura di Firenze ha prefigurato nei confronti di due medici coinvolti nell'inchiesta aperta dopo la morte dell'ex capitano della Fiorentina, Davide Astori.

La procura di Firenze ha chiuso le indagini sulla morte di Davide Astori. Si tratta di Francesco Stagno e Giorgio Galanti.

Nel dossier sulla ricostruzione della tragedia, in base alle diverse perizie specialistiche effettuate e passate al vaglio, la morte improvvisa del calciatore, trovato senza vita nell'immediata vigilia della gara di campionato contro l'Udinese, sarebbe stata provocata da una "cardiomiopatia aritmogena diventricolare", un malore improvviso rivelatosi fatale. Per la procura, conclude l'Ansa, se la patologia fosse stata diagnosticata al suo stadio iniziale, avrebbe consentito al difensore di interrompere l'attività agonistica e di rallentare la malattia, scongiurando l'insorgenza di 'aritmie ventricolari maligne'.

La scelta di Fabrizio Corona, cosa vuole fare il re del gossip?
Non si poteva riproporre lo stesso format che già sfrutta al pomeriggio e nel contenitore domenicale. Corona non sarà l'unico personaggio famoso presente in studio dalla D'Urso .


Gli inquirenti li ritengono colpevoli per aver violato i "protocolli cardiologici per il giudizio di idoneità allo sport agonistico". In particolare a Stagno viene contestato di aver rilasciato ad Astori nel luglio 2014 un certificato di idoneità alla pratica sportiva agonistica in cui si attesta la mancanza di controindicazioni nonostante le indagini abbiano ricostruito che nella prova da sforzo si fossero verificate due extrasistoli ventricolari isolate, non segnalate nel referto. L'Ansa scrive anche che Stagno avrebbe chiesto, tramite il suo legale, di essere interrogato dal pubblico ministero di Firenze.

Inoltre, i pm accuserebbero Stagno e Galanti di non aver imposto ad Astori altri accertamenti diagnostici approfonditi sull'origine e sulla cause delle extrasistole. Presenti anche presidente della Figc Gabriele Gravina, i proprietari del club viola Diego e Andrea Della Valle, tutta la squadra, lo staff tecnico e i dirigenti, e ancora gli ex compagni Badelj e Pasqual, il Milan, rappresentato da Daniele Massaro ("Ho apprezzato le sue qualità e cosa ha rappresentato"), una delegazione del Cagliari, il sindaco di Firenze Dario Nardella ("Davide era esemplare in campo e fuori"), il presidente del Consiglio regionale toscano Eugenio Giani. A Galanti, invece, la procura contesta due certificati di idoneità all'attività agonistica rilasciati nel luglio 2016 e nello stesso mese del 2017.

Latest News