Per entrare a scuola da lunedì serve il certificato vaccinale

Vercelli, l'asilo rifiuta un bambino non vaccinato, la polizia interviene

Vaccinazioni pediatriche, in aumento nel 2018

La legge Lorenzin, che prevede dieci vaccini obbligatori e, appunto, l'esclusione dalla scuola dell'infanzia per i bambini non in regola (per quelli di elementari e medie invece scattano le multe ai genitori) diventa dunque pienamente operativa, dopo una serie di rinvii, ultimo proprio quello del Milleproroghe che spostava la scadenza dal settembre 2018 al 10 marzo 2019, per evitare il caos alla riapertura delle scuole dopo le vacanze, anche alla luce del fatto che l'anagrafe vaccinale, uno dei capisaldi della legge Lorenzin che consentirebbe di avere un quadro preciso di quanti bambini sono vaccinati, ancora non è pronta.

Per i bambini e le bambine che non hanno un certificato che attesta il loro stato vaccinale, non sarà più possibile accedere all'asilo nido e alla scuola materna. Ieri mattina, verso le 8.30, i Carabinieri del Comando di Latisana sono intervenuti in una scuola dell'infanzia a causa dell'insistenza di una mamma a far accedere la figlia in classe, nonostante fosse priva di documentazione di avvenuta vaccinazione. Questo significa che "negli asili, i bambini sprovvisti di certificato non potranno entrare. Alcuni bambini sono stati fermati, ma nella maggior parte dei casi, mi dicono che le famiglie provvederanno presto alle vaccinazioni", ha affermato l'assessore regionale all'istruzione Lucia Fortini.

In Friuli Venezia Giulia "non mancano casi" di alunni non vaccinati, ma "per quel che mi risulta sono pochi". E il ministero della Salute ieri ha chiarito che il divieto di entrare a scuola non vaccinati scattava oggi. "Per questo prima di sottoporre mia figlia ai vaccini voglio avere le mie certezze". Ho mandato una mail alla dirigente della scuola per avere chiarimenti e se non avrò risposte manderò una pec con una diffida a fare entrare la bambina.

Bonucci: "Abbiamo tirato fuori i cog*****, qualcuno stava festeggiando"
Tutto quello che è stato detto ci ha toccato a livello umano, così tiri fuori qualcosa in più del solito. "E' una grande serata per il popolo juventino, altri festeggiavano già, dispiace per loro.


A Livorno, invece, due genitori sono stati denunciati per aver presentato agli istituti scolastici in cui studiavano i loro figli delle false dichiarazioni sul rispetto dell'obbligo vaccinale dei loro bimbi. "Ci saranno anche le segnalazioni alla Procura". Solo un bambino è figlio di no vax: "Ho incontrato la famiglia - spiega il preside - che mi ha detto di essere contraria ai vaccini e quindi il bambino non tornerà a scuola, perché al momento non intendono vaccinarlo". In questi mesi sono stati scoperti alcuni episodi di falsificazione delle autocertificazioni, con tanto, in alcuni casi, di pubblicazione via Facebook dell'"impresa", costata ovviamente una denuncia agli autori.

Le vaccinazione obbligatorie sono: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella.

Latest News