Formula 1, nuovo regolamento: un punto al giro più veloce

Ufficiale il giro più veloce in pista varrà un punto

Formula 1, nuovo regolamento: un punto al giro più veloce

La FIA ufficializza la reintroduzione del punto iridato al pilota che dovesse realizzare il giro più veloce in gara e, al tempo stesso, concludere il Gran Premio ai primi 10 posti.

Nel 2018, Valtteri Bottas avrebbe conquistato ben sette punti in più rispetto al suo monte punti finale. "Pensiamo che, dopo sessant'anni, l'introduzione di un punto per il pilota del giro più veloce in gara sia un passo avanti in questa direzione".

Questo significa che è possibile accumulare 21 punti extra nel corso di una stagione!

Emblematica fu la dichiarazione di Magnussen al termine del GP di Singapore della passata stagione, che dichiarò: "Il giro più veloce?".

Champions League, Barcellona e Liverpool ai Quarti
Sky Sport Uno (canale 201 del satellite o 382 del digitale terrestre). I Reds espugnano l'Allianz Arena, battendo il Bayern Monaco per 3-1.


Nelle intenzioni di Liberty Media e della FIA, la volontà di vivacizzare le parti finali di gara, spesso a posizioni consolidate, offrendo l'incentivo ai piloti a ricercare la prestazione veloce. Prestazione che dev'essere nel potenziale della monoposto, prima di tutto.

"Insieme alla FIA ci siamo impegnati a valutare le idee e le soluzioni che possono migliorare lo show in pista, pur rispettando e mantenendo l'integrità dello sport". Quando nacque la Formula 1, infatti, già esisteva il bonus per il pilota autore del giro più veloce. Adesso, il pilota danese dovrà ricredersi, visto che il giro più veloce avrà una valenza non solo statistica.

Ross Brawn, entusiasta di questa nuova decisione, ha dichiarato: "Molte volte abbiamo sentito alla radio i piloti chiedere chi fosse l'autore del giro più veloce". Il riferimento sono i 77 giri veloci di Michael Schumacher, l'unico a precedere Raikkonen, seguito da Prost (41).

Latest News