Locatelli, che trauma l’addio al Milan: "Ho sofferto e pianto"

Locatelli e Cutrone amici fraterni: «Prima di separarci andammo da un ambulante in Duomo»

Locatelli strizza l’occhio alla Juve: “Sarebbe fantastico. Il Milan mi ha ferito”

Sotto l'egida di Roberto De Zerbi Manuel Locatelli sta completando al meglio la sua maturazione umana e calcistica.

Dopo il brutto addio al Milan, a Manuel Locatelli attualmente giocatore del Sassuolo non dispiacerebbe sicuramente approdare alla Juventus. Ecco le sue parole: "Non so se è giusto dire che mi abbiano abbandonato, ma non sentivo più fiducia". Ho sofferto e pianto, sono sincero: è stata la mia vita per 10 anni.

Читайте также: La Fifa approva il nuovo Mondiale per Club

Ho faticato un po' all'inizio, ho sbagliato molto ma devo ringraziare De Zerbi ora. "Mancini? Sognare si può sempre, ma viaggi mentali non ne faccio più". Anche grazie ad una stupenda famiglia. Berlusconi? Con lui ho un rapporto speciale.

Il classe '98, a La Gazzetta dello Sport, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul suo passato, sul presente, sull'interesse della Juventus e ha raccontato un aneddoto che lo lega al suo migliore amico, Patrick Cutrone. Ci salutiamo: piangendo. Andiamo addirittura in piazza Duomo, acquistiamo dall'ambulante quelle eliche di plastica che lanciamo da un balcone chiedendoci che ne sarà di noi. Futuro alla Juve? "Chissà, sarebbe fantastico". I rossoneri, però, lo hanno sostanzialmente scaricato dopo l'acquisto di Biglia e dopo la cessione in prestito avvenuta nell'estate 2018, pochi giorni fa il Sassuolo ha confermato il riscatto a termine dell'attuale campionato.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Latest News