Paris Jackson, figlia di Michael, nega tentativo suicidio: "Bugiardi"

Michael Jackson

Paris Jackson avrebbe tentato ancora il suicidio

La figlia di Michael Jackson, Paris, avrebbe secondo Tmz, tentato il suicidio tagliandosi le vene dopo l'uscita del documentario Leaving Neverland. E' stata condotta in ospedale e al momento le sue condizioni sarebbero stabili. A questi episodi sono seguiti diversi tentativi di autolesionismo, molti dei suoi tatuaggi infatti coprono delle cicatrici, e un lungo ricovero in una clinica in Utah, con un primo tentativo di suicidio nel 2013. Si interessa anche di beneficienza, nel 2017, infatti, ha visitato il Malawi, con la fondazione della madrina Lizy Taylor per la lotta contro l'AIDS.

Sostiene da sempre il padre, infatti non ha dubbi sul fatto che sia stato assassinato e che l'arresto cardiaco, provocato da un mix di farmaci prescritti dal medico, Conrad Murray (condannato a 4 anni di reclusione) sarebbe stato volontario. Il sito, citando fonti vicine a Paris Jackson, conferma quanto scritto.

L’incontro tra Mahmood e il sindaco di Milano Beppe Sala
I due hanno preso una macchina a noleggio e si sono fermati sotto casa di lui, tra chiacchiere, baci e momenti di tenerezza. Ha 30 anni, è originario di Lucca e lavora nella moda per il brand Guidi 1896 .


Il docufilm - presentato in anteprima al Sundance Film Festival di quest'anno - è prodotto e diretto dal regista britannico Dan Reed e si concentra sulle accuse mosse da Wade Robson e James Safechuck nei confronti del "re del pop". Alcune emittenti radio in Canada e in Nuova Zelanda ad esempio hanno messo al bando la musica di Jackson, mentre i Simpson hanno ritirato dalla distribuzione un episodio iconico del cartone animato in cui il cantante dava la voce a un personaggio. Intanto Leaving Neverland è diventato il terzo documentario più visto su Hbo. Ma la figlia di Jacko ha negato contundentemente con una serie di tweet dal suo account ufficiale.

Latest News