Flat tax dipendenti, Salvini: "I numeri del Mef sono strampalati"

Flat tax Tria numeri strampalati? Da Mef nessuna stima su riforma aliquote. Salvini misura è in contratto

Flat tax dipendenti, Salvini: "I numeri del Mef sono strampalati"

Moody's sospende il suo giudizio sull'Italia, che rimane osservata speciale di tutte le agenzie di rating, a causa del suo debito pubblico ostinatamente troppo elevato: e qualche ora dopo, mentre diversi esperti continuano a interrogarsi su come le ambizioni di questo governo possano essere finanziate, arriva la dichiarazione del vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini, che rilancia la flat tax per le famiglie, parlando di una rivoluzione epocale.

Il testo - in cui si richiama il 'contratto per il governo del cambiamento' - fa riferimento ad una duplice aliquota: del 15% fino a 80mila euro di reddito e del 20% per i redditi superiori a tale soglia.

"Stiamo facendo tutti i conti, ma siamo convinti che se abbassi le tasse è vero che lo stato nel primo anno può incassare di meno ma dal secondo in avanti incassa di più perché quei soldi vengono reinvestiti in soldi, in spesa, in consumi, in acquisti, in produzione e quindi è un investimento intelligente in chiave futura". A chi gli chiede se questa ipotesi di simulazione, datata 8 febbraio, e' molto distante da quella indicata nella fase 2, l'esponente leghista dice che "quella simulazione prende le mosse dalla flat tax cosi' com'e' stata immaginata a regime, ma il nostro e' un percorso di legislatura".

"Ha un'incidenza di circa 12 miliardi e si riferisce ad un intervento di riduzione dell'imposta per tutte le famiglie fino a 50 mila euro di reddito" si legge in una nota della Lega, dove è detto inoltre che in particolare "la novità è data dall'introduzione del reddito familiare che attraverso un sistema di deduzioni garantisce la progressività dell'imposta".

Milan-Inter, scoppia la rissa Kessie-Biglia: poi si scusano Rino li sgrida
Adesso dobbiamo fare i conti con le caratteristiche dei nostri calciatori e, nonostante tutto, siamo una squadra viva e solida. Il derby perso contro l'Inter rischia di essere una partita che si porterà dietro pesanti strascichi in casa Milan .


Nella legge di bilancio il primo step La legge di bilancio di quest'anno prevede così un primo step: l'estensione della flat tax forfait al 15% per i lavoratori autonomi con ricavi fino a 65 mila euro. Del costo totale della misura, il peso della clausola di salvaguardia, secondo il documento, sarebbe di 4,4 miliardi.

La flat tax a due aliquote sul reddito familiare avrebbe un costo di 59,3 miliardi. "L'accordo di Governo l'ho firmato per 5 anni e io da lì non mi sposto".

Lo schema visionato parte con una deduzione di 3mila euro per ciascun componente del nucleo familiare con reddito fino a 35mila euro mentre, per i redditi superiori ai 50mila euro all'anno - stando almeno alla simulazione elaborata da via XX settembre - non sarebbe prevista alcuna deduzione. "Sulla flat tax familiare troveremo una soluzione insieme alla Lega - ha detto - come abbiamo sempre fatto". Ma la Tav è una delle questioni sulle quali le posizioni sono distanti. Temi che, senza ombra di dubbio, dovranno essere declinati e applicati soprattutto nel territorio di Casamicciola Terme e Lacco Ameno, particolarmente martoriati dal sisma del 2017 e che ancora oggi hanno necessità di poter fare affidamento su un forte slancio che parta proprio. "Per la Lega non si tratta di 60 miliardi, per il Mef invece sì, e non credo che il Mef si sbagli". In un'intervista al Corriere della Sera, il pentastellato sottolinea che "se il costo è veramente 60 miliardi, forse bisognerebbe evitare di fare promesse difficili da mantenere".

Commenta la flat tax anche il segretario del Pd, Nicola Zingaretti: "La flat tax è una bufala da Paperon de' Paperoni". Vogliamo rivedere le aliquote fiscali ma il principio costituzionale deve rimanere fermo.

Latest News