Attacco Nuova Zelanda, Facebook ha rimosso 1,5 milioni di video dell’attentato

Strage in Nuova Zelanda rimossi 1,5 mln di video da Facebook

Fiori per le vittime

Dopo la chiusura durata alcune ore è stato riaperto l'aeroporto di Dunedin in Nuova Zelanda. Tre uomini e una donna sono stati fermati dalla Polizia. Ma si sarebbe trattato di un falso allarme.

La notizia arriva direttamente dal respondabile Facebook in Nuova Zelanda: "Nelle prime 24 ore, abbiamo rimosso 1,5 milioni di video dell'attacco in tutto il mondo, di cui oltre 1,2 milioni sono stati bloccati mentre venivano caricati" riferisce Mia Garlick. Nel Paese l'allerta è altissima dopo l'attentato a due moschee, venerdì scorso, compiuto da un suprematista bianco che ha ucciso 50 persone.

Tifoso morto per infarto sugli spalti, parte coro vergognoso: interviene il Codacons!
Fausto Tagliabracci , presidente del club Scoglio-Nati Viola di Portoferraio, era alla Sardegna Arena e ha contribuito a rendere noti i fatti.


L'autore degli attacchi odierni contro due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, ha ripreso la strage in diretta streaming: lo riporta il sito del quotidiano neozelandese New Zealand Herald.

Ed infine rassicura il responsabile:"Continuiamo a lavorare giorno e notte per rimuovere questi contenuti, usando una combinazione di tecnologia e persone". Dopo l'attentato di venerdì, Facebook era finito al centro delle polemiche perché non era stato in grado di fermare il video durante la diretta.

Latest News