Unicredit prepara offerta su Commerzbank

Unicredit per il Ft è pronta un'offerta per Commerzbank

Unicredit per il Ft è pronta un'offerta per Commerzbank La banca"non commenta

Berlino, 04 apr 19:34 - (Agenzia Nova) - Seppure non confermate, le notizie diffuse in giornata su una possible offerta di acquisto di Commerzbank (Coba) da parte di Unicredit aumentano le pressioni su Deutsche Bank, impegnata con l'altro istituto di credito tedesco nei negoziati per la fusione. Da qui lo spunto della UniCredit che, stando alle indiscrezioni, sarebbe pronta a lanciarsi sulla Commerzbank se dovesse fallire il matrimonio con la Deutsche.

Il quotidiano sottolinea che l'interesse per un accordo su Commerzbank è di vecchia data, comprensivo di un approccio per un'aggregazione nel 2017. Tuttavia l'offerta, secondo le ricostruzioni d'allora, non maturò tanto per l'opposizione politica in Germania sugli accordi bancari transfrontalieri, quanto perché la banca italiana era nel mezzo di una ristrutturazione delle sue attività. E Unicredit avrebbe deciso subito di approfittarne. Commerz corre a +3,7% nel trade gate exchange, mentre Deutesche segna un +0,5%. Il piano prevederebbe 30.000 posti di lavoro da eliminare e un aumento di capitale vicino ai 10 miliardi: 4-5 miliardi di costi di ristrutturazione ma anche 1,6 miliardi dell'attivo di Commerz da svalutare (2,4 miliardi prima di alcuni benefici fiscali), principalmente per il portafoglio di titoli di Stato italiani. Secondo Anke Reingen, analista di Rbc Capital, "un'eventuale fusione di Unicredit e Coba potrebbe mettere Deutsche Bank in una posizione più difficile nel suo mercato interno". Ma non sarebbe l'unico possibile interlocutore alternativo: Unicredit, conclude il Ft, ritiene anche ci siano altri potenziali candidati alle "nozze" con Commerzbank, tra cui Ing, Bnp Paribas e Santander.

Sarri difende Bonucci: "Sbagliatele sue parole ma non è razzista"
Il tecnico del Chelsea parla di quanto accaduto a Cagliari: "L'atmosfera lì è sempre molto buona, sono rimasto sorpreso ". Ha solo commesso un errore, possiamo solo essere esempio per le persone ma è difficile risolvere il problema".


Nel daily Jefferies scrive che "sebbene nulla possa essere escluso, continuiamo a vedere basse probabilità di successo per M&A cross border a larga scala a causa dei rischi di esecuzione e del contesto regolatorio non favorevole". Un portavoce della banca si è limitato a ricordare che l'attuale piano d'impresa è su base stand alone.

Latest News