Papa Francesco: "Dubbi sulla fede? Ne ho avuti tanti"

Avezzano15 700 marsicani da Papa Francesco

Bergoglio: “La mafia non l'hanno inventata i nigeriani ma gli italiani”

Bambini come te non hanno da mangiare perché il papà non ha il lavoro, e in quella casa si soffre la fame.

Anche il Papa si confessa.

Poi i bambini e gli altri gruppi parrocchiali nella tensostruttura usata per tre anni per la liturgia. Lo ha detto Papa Francesco nel corso dell'udienza ai docenti e agli studenti dell'Istituto San Carlo di Milano.

Ancora più intensa la domanda di Carlotta, animatrice degli adolescenti: "In questi mesi abbiamo riflettuto con i ragazzi sul rapporto con Dio e lungo il percorso sono sorti dei dubbi, come possiamo affidarci senza riserve a Lui?". In quel momento - spiega Papa Francesco - dobbiamo scommettere sulla fedeltà di Gesù.

Stefano De Martino, gli auguri a Santiago (con dedica a Belen)
Stefano e Belen , infatti si sono detti addio nel 2015 dopo tre anni d'amore e un matrimonio, ma oggi ci stanno riprovando . " Sei la parte migliore di me, di noi ".


Francesco risponde che si tutti in un certo momento hanno dei dubbi, e dubitare è anche mettere alla prova Dio, se c'è una malattia, un lutto.Signore perché? E' l'unico totalmente fedele, non delude mai. Non avere paura di avere dubbi, ma condividere e discutere per crescere.

E i suoi dubbi? "Non ne sono uscito da solo, non si può uscire da soli dal dubbio per questo è importante avere sempre degli amici, un gruppo e parlare con Gesù", ha risposto il Papa alla domanda di una giovane catechista. Nella canonica, si ferma con quanti hanno contribuito alla realizzazione del presepe vivente, che negli ultimi due anni è stato allestito dai fedeli di San Giulio a Porta Asinaria, proprio con lo scopo di raccogliere fondi per i lavori della loro chiesa.

L'unico momento in cui è lecito guardare una persona dall'alto al basso è per aiutare a sollevarsi, altrimenti non si può guardare con superiorità. Francesco dopo aver recitato l'Ave Maria e impartito la benedizione ai presenti, invitando qualche bimbo a fare il segno della Croce nel "modo giusto", esce dalla struttura accompagnato dai canti e dal "viva il Papa" urlato da grandi e piccini. Al suo arrivo anche tante persone dietro le transenne o affacciate ai balconi della casa di cura "Città di Roma" di fronte alla parrocchia.

Chi è al governo dovrebbe seguire queste indicazioni, mentre "oggi c'è la tentazione di fare una cultura dei muri, alzare muri nei cuori e sulla terra per impedire un incontro tra culture...ma chi costruisce i muri finirà schiavo dentro i muri che ha costruito", avverte il Pontefice.

Latest News