Sudan, colpo di stato: l'esercito costringe Bashir a dimettersi

Le manifestazioni di lunedì a Khartoum

Le manifestazioni di lunedì a Khartoum

Nelle ultime ore sembra che il Sudan sia a un passo dal colpo di Stato. Sempre stando alle informazioni di Al-Arabiya anche Ahmed Haroun, a capo del National Congress Party, il partito che governa il Sudan, sarebbe stato arrestato. In gravissima crisi economica, l'ormai ex presidente non ha mai nascosto la sua vicinanza al terrorismo islamico targato Al Qaeda e ha ospitato anche Osama Bin Laden durante la sua fuga. Lo riporta la Bbc, che cita un manifestante.

Il presidente sudanese si è dimesso dopo che l'esercito ha circondato il palazzo presidenziale a Khartoum.

Incidente d'auto per Sofia Goggia a Sestriere: illesa
Detiene il record nazionale di punti segnati in una singola edizione di Coppa del Mondo, ben 1197 nel 2017, e di podi. La sportiva bergamasca è stata al gioco e ha anche parlato dei suoi amati casoncelli orobici.


Nella capitale del Sudan, Khartum, già si festeggia la prevista uscita di scena del presidente Omar Al Bashir, mentre si attende il messaggio alla nazione da parte dell'esercito. L' esercito è entrato questa mattina all'alba nella sede dell'emittente radiotelevisiva di Stato, al quinto giorno di un sit in di protesta davanti al loro quartier generale di Khartum di migliaia di persone che invocano la rinuncia del presidente Omar Al Bashir, che ha annunciato le dimissioni dopo 30 anni al potere. Lo riferiscono vari media africani su twitter.

Latest News