Alarm Phone, otto migranti dispersi nel mare della Libia

Barca con venti migranti alla deriva intervengono i libici

Una barca con 20 migranti a bordo è naufragata al largo della Libia

Nuova emergenza migranti nel Mediterraneo.

L'imbarcazione, che avrebbe perso il motore, starebbe imbarcando acqua.

A divulgare il tempestivo soccorso era stata la Mediterranea Saving Human, ma in assenza ormai anche delle navi militari di Sophia, il dispositivo di aiuti in mare è praticamente inesistente.

Formula 1, Hamilton: "Ferrari non spaventa". Leclerc sogna il titolo
Al momento vedo che dovrò lottare contro due piloti, dovrò concentrarmi e dare il massimo perché entrambi sono molto veloci. Anche se, com'è ovvio che sia, gli occhi sono tutti puntati sulla sua ex scuderia.


L'aereo Moonbird, che opera in collaborazione con Sea Watch, è riuscito ad individuare i naufraghi, stabilendo un contatto visivo dell'imbarcazione e delle persone a bordo che, nel frattempo, hanno di nuovo contattato Alarm Phone, chiedendo di aiutarle e di non essere ricondotte, dove verrebbero uccise. Sono 20 le persone in difficoltà, tra cui donne e bambini, a largo delle coste della Libia. Il primo - che ha scattato la foto e ha gettato una scialuppa di salvataggio - ha promesso di tornare per monitorare la situazione dopo aver fatto rifornimento.

Otto migranti, caduti in mare, risultano dispersi nelle acque al largo della Libia. Tutte le autorità, sostiene Alarm Phone, sarebbero state informate.

Questa mancanza di assistenza è grave e preoccupante. La permanenza a bordo mette in seria difficoltà la salute delle persone soccorse. E nonostante questo "qualcuno" continua a sostenere che la Libia sia un porto sicuro. "Le convenzioni delle Nazioni Unite sui diritti umani regolano, tra le altre cose, il diritto alla libertà, alla sicurezza e all'integrità fisica".

Latest News