Giro delle Fiandre, quanto hanno guadagnato Bettiol e Bastianelli

Giro delle Fiandre, quanto hanno guadagnato Bettiol e Bastianelli

Giro delle Fiandre, quanto hanno guadagnato Bettiol e Bastianelli

Dopo l'esaltazione, la consapevolezza. "L'alfiere della Movistar in realtà ha continuato a pedalare all'interno del gruppo, non riuscendo a rimanere con i migliori nella fase calda ma portando a termine la gara in 45.ma posizione, a 2'20" dal vincitore Alberto Bettiol (EF Education First). Alberto Bettiol, il giorno dopo essere salito sul trono del Giro delle Fiandre, rivive i lunghi minuti che lo separavano dall'ambizione alla realizzazione di un sogno proibito. "È un bel premio per tutti". "Il trionfo in questa mitica classica del Nord è il risultato di questo cammino e mi auguro che sia solo la prima tappa di una serie di vittorie". "Punto di arrivo? No, semmai lo è di partenza", ci tiene a precisare Bettiol. "Purtroppo, o per fortuna, la mia vita adesso cambia: è tutto una sorpresa, cercherò di restare me stesso. Mi fa piacere che gli appassionati si emozionino anche per le mie gesta". Alberto ha vinto da campione, partendo nientemeno che sul terzo e ultimo passaggio del Vecchio Kwaremont. Ha fatto qualcosa di eccezionale: "un numero di gran classe, a conferma del suo indubbio talento". Ne sono convinto: "può far bene anche all'Amstel Gold Race e alla Liegi-Bastogne-Liegi".

Coldiretti: nel mirino di Trump il 50% dell'Italian Food
Il prodotto nazionale più esportato in Usa è il vino con un valore di 1,5 miliardi, con un aumento record del 4% nel 2018. Quei negoziati non sono mai iniziati ufficialmente e le trattative preliminari non hanno fatto molti progressi.


"La Toscana ha da sempre manifestato un profondo legame con uno degli sport più praticati e seguiti, come il ciclismo: la prima teorizzazione della bicicletta risale a Leonardo da Vinci alla fine del 1400, mentre, dopo la nascita in Francia nel 1869 della prima società ciclistica, è in Toscana che nel 1870 viene organizzata la prima importante gara su strada svoltasi in Italia, ossia la Firenze-Pistoia. - spiegaIlaria Giovannetti - E' nelle strade toscane che si sono affermati ciclisti di grandissimo spessore umano ed atletico tra i quali Gino Bartali, Gastone Nencini, Fiorenzo Magni, Franco Bitossi, Franco Ballerini, Mario Cipollini, Michele Bartoli e Andrea Tafi oltre ad uno dei commissari tecnici più vincenti a livello internazionale, Alfredo Martini". Memorabile la vittoria di Marta Bastianelli nella categoria donne èlite, che è riuscita a tingere due volte di azzurro il Giro delle Fiandre 2019.

Latest News