Mercatone Uno, chiesto il concordato, allarme per il personale

Mercatone Uno, chiesto il concordato, allarme per il personale

Mercatone Uno, chiesto il concordato, allarme per il personale

Questo il commento del deputato pentastellato Luca Sut, all'indomani della notizia sulla domanda di ammissione al Tribunale di Milano, alla procedura di concordato preventivo di cui la Shernon intende avvalersi per salvaguardare le sorti aziendali nella fase transitoria che vede in corso le trattative con gli investitori intenzionati a entrare nella società. La 'verità', per le tre sigle che i "dipendenti Shernon, ex Mercatone, sono di nuovo nella tempesta". "È responsabilità del Mise e dei Commissari straordinari farsi carico di gestire una situazione così drammatica e incerta".

Solo 8 mesi fa il passaggio da un'amministrazione straordinaria a una nuova azienda, la Shernon.

Levante, Curia nega concerto piazza Duomo a Lecce: canzoni irriverenti
La decisione di negarle lo spazio "è stata deliberata solo lo scorso primo aprile, quando la commissione si è riunita decidendo di non accogliere la richiesta".


Insomma, più di una avvisaglia di difficoltà. Poco più di un mese fa, c'è stato un incontro a livello nazionale con l'amministratore delegato e in quell'occasione ha annunciato che era prossima la ricapitalizzazione per un importo di 20 milioni di euro. "Stante la situazione, è stato chiarissimo che detta cifra sarebbe stata assolutamente insufficiente a garantire la continuità aziendale", aggiungono però Filcams-Fisascat-Uiltucs.

L'incontro del 2 aprile al ministero è stato spostato su richiesta di Shernon: l'azienda disse di essere impegnata a chiudere l'accordo per la ricapitalizzazione con potenziali investitori. Poi è arrivata la mossa del concordato che innesca quindi la reazione con lo sciopero.

Latest News