Spalletti: "Champions League la priorità. Non va trascurato nulla"

Spalletti:

Spalletti: "Champions League la priorità. Non va trascurato nulla"

Secondo quanto riportato da Sport Mediaset, persiste il ballottaggio tra Lautaro Martinez e Mauro Icardi: El Toro ha recuperato dall'infortunio e ora si gioca la maglia da titolare con l'ex capitano.

"Quando si è top player si trova la soluzione a tutte le caratteristiche". Icardi e Lautaro sono abbastanza simili, sono due attaccanti centrali, possono giocare insieme in determinati momenti della partita. Poi è chiaro che uno attacca la porta in maniera più feroce, l'altro ha più qualità nel venirsi a prendere il pallone.

Cosa teme della partita di domani?

FROSINONE - "Temo prima di tutto mister Baroni, che ha fatto vedere di essere un ottimo allenatore e soprattutto un ottimo psicologo, quando si attraversano momento in quella posizione di classifica". Ebbene sì: possono fare risultato anche contro di noi. "Se ci si aggiunge il fattore campo e pubblico che lì ha una rilevanza importante, si capisce l'importanza che ricopre questo match".

"Bisognerebbe succedesse qualcosa di incredibile perché si venga penalizzati in base alle scelte fatte, altrimenti è una cosa a cui bisogna andare incontro. Cambia poco, prima o dopo".

Uomini e Donne, pesanti accuse per Maria De Filippi: ecco cos’è successo
Una volta le dissi: 'Mi dai un bacio', ma lei rispose: 'No la prossima volta'. "Quando vai in quella arena finisce tutto". Sia Daffrè e sia Baldassarre, ovviamente, hanno tentato di giustificarsi ma a nulla sono valse le loro spiegazioni.


LAUTARO O ICARDI - "È lo stesso ragionamento di cosa mi fa scegliere tra Perisic e Keita, tra Politano e Candreva, D'Ambrosio o Cedric, Dalbert e Asamoah, De Vrij e Miranda". Sono tanti gli aspetti che vanno considerati.

Nainggolan ha detto di essere in debito con lei: cosa deve fare per saldarlo? "C'è da vedere se facendo queste cose in questo periodo si dimostra di avere a cuore i tanti lettori interisti che leggono il giornale".

In questi giorni ha avuto modo di incontrarsi con la società e pianificare già la prossima stagione? È il nostro tesoro, siamo in sintonia su questo. Poi si vedrà. Non c'è possibilità alcuna di trascurare nulla, anche perché poi non lo recuperi più.

Sui social ha parlato dell'importanza della concentrazione: era un messaggio indiretto alle troppe chiacchiere sul futuro? Ho reso merito alla serietà e professionalità dei calciatori, che è quello che fa la differenza. Dalbert si allena bene, è un calciatore forte. In una giornata che, visto lo scontro diretto tra Milan e Lazio, potrebbe rivelarsi decisiva per i nerazzurri, una vittoria sarebbe fondamentale per la corsa Champions.

"Ci saranno partite difficili da giocare e per questo non serve fare conti". Dobbiamo essere l'Inter degli ultimi periodi che ha fatto vedere di essere in condizioni di vincere contro chiunque. Il peso della prestazione è più importante, il carattere, la voglia di fare. "Ogni risultato può essere quello che fa la differenza".

Latest News