Acerbi si offende e risponde stizzito a Bakayoko

Milan la

Il Milan vince e Bakayoko esulta con la maglia di Acerbi

Stavolta non ci sono dubbi: ingenuo l'intervento dell'esterno della Lazio, che va dritto sull'uomo. Strascichi di una polemica social iniziata in settimana, quando lui, parlando della sfida di stasera, aveva scritto: "Nei singoli siamo più forti noi".

Chi non l'ha presa bene è stato Ciro Immobile, che ha chiuso il giro di post attaccando Bakayoko e Kessié su Instagram: "Due piccoli "uomini" che mostrano la maglia di un campione sia in campo che nella vita...sei un grande Leone non ci pensare". Il difensore biancoceleste su Instagram ha voluto subito rispondere al gesto dei giocatori rossoneri: "Sono dispiaciuto perché ho scambiato la maglia per mettere fine alla questione, fomentare odio non è sport ma un segno di debolezza". Bakayoko aveva risposto sui social con un tweet che dava appuntamento al 13 biancoceleste al match di San Siro. "Mentre dovrebbe concentrarsi a fare un'ora di allenamento in più".

Scuse arrivate poi anche dall'altro milanista coinvolto nella vicenda, ovvero Franck Kessié. In campo è stata battaglia fino all'ultimo, con Bakayoko ancora una volta impegnato a schermare la difesa rossonera e Acerbi a rispondere sempre presente disinnescando Piatek.

La Roma vede la Champions, Dzeko incredulo
Se voglio fare qualcosa ho bisogno di un mesetto di lavoro, ma non c'è tempo e bisogna adattarsi. Bisogna migliorare anche su queste cose, è questione di concentrazione.


"Orgoglioso di indossare questa maglia.di questi tifosi.di questa società".

Così invece Kessié: "Le mie scuse più sincere a Francescoacerbi. Massimo rispetto per tutti".

Latest News