Di Maio pensa al voto e attacca Salvini: "Porti chiusi misura occasionale"

Luigi Di Maio vuole l'invasione di migranti

Legittima difesa: Di Maio apre alle forze dell'ordine, Salvini non gradisce l'intrusione

"Chiudere un porto è una misura occasionale, risultata efficace in alcuni casi quando abbiamo dovuto scuotere l'Ue", rileva il titolare del Mise. Ma di fronte a un acuirsi della crisi migratoria bisogna "prepararsi in modo più strutturato, a livello europeo, nel rispetto del diritto internazionale". "Sarebbe utile - aggiunge - indipendentemente dagli sviluppi in Libia, se convincessero Orbán e i suoi alleati in Europa ad accettare le quote di migranti che arrivano in Italia, visto che il Sud Italia è frontiera europea".

"C'è una crisi in corso".

Dalle colonne del Corriere della Sera Di Maio sfida Salvini sul tema più caro al ministro dell'Interno quello sulla chiusura dei porti (confermata anche in queste ore dal Viminale) per bloccare i flussi migratori dal Nord Africa. "Le parole hanno un peso", aggiunge andando all'attacco e sottolineando la linea dei 5Stelle sull'immigrazione. Il problema è proprio questo - aggiunge polemico - "sento tanto parlare di sovranisti, ma è troppo facile fare i sovranisti con le frontiere italiane". Così non va bene, qui ci vedo un po' di incoerenza. Io però mi occupo di sicurezza non posso fare il netturbino, l'autista degli autobus, il manutentore delle metropolitane.

Briatore sulla Ferragni: "650 euro a ‘sti deficienti per una foto?"
Per lui, invece, manca chi ce la fa creando una sua impresa, un suo progetto creando così lavoro. Io vorrei vedere un imbianchino, un ragazzo che è riuscito a fare impresa .


"Sono stato iscritto a giudizio per un altro reato che avrei commesso dal 24 al 30 gennaio 2019 a Siracusa". A dirlo è il ministro dell'Interno Matteo Salvini rispondendo a una domanda sul sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Sta prendendo piede, dunque, l'idea di inserire nel decreto sulla legittima difesa delle aggravanti per chi compie atti di violenza contro le forze di polizia, misura che già potrebbe trovare spazio nel provvedimento che il ministro della Giustizia Bonafede sta delineando, nelle ultime ore, anche verso chi compie atti di violenza contro medici e funzionari del comparto sanità. Se qualcuno ha nostalgia degli sbarchi a centinaia di migliaia, dei porti aperti, avanti c'è spazio per tutti, accogliamo tutto il resto del mondo, ha trovato il ministro sbagliato: "Salvini e la Lega dicono no". "Per questo c'è il Comune".

Latest News