Roma, lite tra due clochard: ‘Accoltellato perché aveva crocifisso’

Salvini alza la sicurezza a Roma. Lite tra clochard a Termini per un crocefisso

Roma, lite tra due clochard: ‘Accoltellato perché aveva crocifisso’

Soccorsa, la vittima è stato trasportata in ospedale dove ha avuto 21 giorni di prognosi. Un marocchino è stato fermato a Termini dopo aver colpito a coltellate un uomo che portava al collo un crocifisso.

Ha accoltellato e tentato di sgozzare un uomo, apparentemente solo perché indossava un crocifisso al collo.

Più cauto, invece, Marco Miccoli, responsabile della comunicazione Pd: "Sarebbe grave se il ministro dell'Interno Salvini, in seguito alle prime notizie di stampa, peraltro contraddittorie, rispetto a quelle che provengono dalla Questura di Roma in seguito ad un accoltellamento tra due clochard alla stazione Termini, avesse sollevato un polverone mettendo in difficoltà gli stessi organi inquirenti". Il Ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha alzato il livello di sicurezza. Subito dopo, il marocchino ha provato a scappare.

"Dopo Torino, Roma. I tristi fatti di cronaca di questi giorni, con l'aggressione prima a due agenti della polizia da un soggetto che sarebbe dovuto essere già espulso, poi con l'accoltellamento di oggi dimostrano che il vero problema sono i quasi 600mila irregolari che abbiamo in Italia". Dopo un breve inseguimento da parte delle forze dell'ordine del commissariato Viminale, il 37enne magrebino è stato bloccato ed arrestato poco dopo.

Leghista posta la foto di Salvini col mitra: scoppia la bufera
Ieri l'immagine del ministro dell'Interno che impugna un mitra ha scatenato critiche da più parti. Un consigliere ministeriale del ministro dell'Interno non può permetterselo.


A stretto giro, è arrivata anche la reazione del Movimento Cinque Stelle, che in una nota ha condannato i fatti di Roma e ha anche espresso una critica nei confronti di Salvini: "Sui rimpatri - si legge nel messaggio del M5s - non è stato fatto ancora nulla". Dopodiché, stando alle testimonianze, ha tentato di sgozzarlo con un coltello da cucina senza fortunatamente riuscirci.

"Se i musulmani pensano di portare la guerra santa in casa nostra, è arrivato il momento di prendere provvedimenti anche drastici: non resta che bloccare ogni tipo di immigrazione islamica finché non si saranno chiariti meglio le idee. Intendiamo difendere le nostre radici classiche e cristiane dal processo di islamizzazione dell'Europa, se ne facciano una ragione i buonisti e i sultani di mezzo mondo".

La dinamica è ancora da accertare, ma la vittima avrebbe fornito diverse versioni in merito all'accaduto: ai medici del pronto soccorso ha raccontato che l'aggressore voleva rubargli la catenina con un crocifisso mentre al pm Alberto Galanti, titolare del fascicolo, ha detto che il marocchino avrebbe fatto riferimento alla religione cattolica.

Latest News