No, WhatsApp non sta preparando i trilli stile MSN

WhatsApp nuovo aggiornamento in arrivo la novità cambia l'app per sempre

No, WhatsApp non sta preparando i trilli stile MSN

E' quanto recita un messaggio divenuto ormai virale su Facebook e su WhatsApp, creando un diffuso senso di panico tra gli utenti del Social Network e del servizio di messaggistica istantanea.

Come accadeva su MSN, il trillo potrà essere mandato solo quando l'utente sarà online.

Verona, Setti: "Ho esonerato Grosso"
Mi auguro che questa decisione metta i calciatori di fronte alle proprie responsabilità, perché questa è una sconfitta di tutti. Al suo posto nei giorni scorsi si era fatto il nome di Zdenek Zeman , soluzione che pare al momento la più probabile.


WhatsApp potrebbe riesumare il vecchio "trillo" di MSN. Per quest'ultimo ci sono all'orizzonte nuovi adesivi animati, rinnovate funzioni di chat di gruppo e singole, nonché gli sviluppi dello specifico tool Business. Come accade per molte delle news relative a WhatsApp, l'autore apre il pezzo presente sul portale parlando di indiscrezioni e di caratteristiche ancora in fase di perfezionamento da parte degli sviluppatori - una premessa plausibile dalla quale scaturisce poi la descrizione delle false novità in arrivo esattamente come'è stata poi ripresa da diverse testate online in questi giorni.

Al momento la funzione è disponibile in una versione primordiale riservata ad alcuni tester, ma nei prossimi mesi potrebbe essere introdotta nelle versioni di WhatsApp pubbliche, dando così a tutti gli utenti la possibilità di attirare l'attenzione degli amici su un messaggio urgente o di 'punirli' per aver letto senza rispondere per l'ennesima volta, facendo vibrare o suonare i loro smartphone. Inoltre, sembrerebbe che non potrà esserci alcuna possibilità di disabilitare la funzione. Ovviamente prima del rilascio ufficiale la nuova funzionalità potrebbe subire delle modifiche più o meno considerevoli, per renderla il meno invasiva e fastidiosa possibile. Ci sono messaggi inviati da parte di persone in rubrica che nascondono dei virus. Ebbene, come visibile anche nel tweet in chiusura articolo, l'informatore ha bollato la notizia come una fake news, una vera e propria bufala.

Latest News