Ragazzo morto per meningite, "Non c'è epidemia". L'Asl di Pescara rassicura

Pescara – ospedale

Pescara – ospedale

Lo afferma il direttore generale della Asl di Pescara, Armando Mancini, a proposito della vicenda di Andrea Montebello, il 21enne di Città Sant'Angelo (Pescara) morto a causa di una sepsi meningococcica fulminante. Si tratta di test sollecitati dalla Asl di Pescara all'azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze e all'Istituto Superiore di Sanità. La sottotipizzazione del batterio di tipo B ha consentito di accertare che si tratta del ceppo st 213 che non è quello virulento e diffusivo che ha determinato una epidemia in Toscana.

Questo è stato il timore più grosso sino ai ieri mattina, quando per fortuna si è potuto tirare un sospiro di sollievo.

Presidente Rai contro Fazio: "Costa troppo e ha perso carica innovativa"
Poi, rivolgendosi direttamente a Fazio: " Riduciti lo stipendio , chiacchierone di sinistra pagato con i soldi degli italiani". Netflix infatti è interessato a raccontare il nostro Paese solo se questo ha un riflesso sul mercato globale.


Non ci sono, quindi, indicazioni per una vaccinazione a tappeto.

Non ci sono, quindi, indicazioni per una vaccinazione a tappeto.

Latest News