Cyber attack: multa da 200 milioni di euro per British Airways

Cyber attack: multa da 200 milioni di euro per British Airways

Cyber attack: multa da 200 milioni di euro per British Airways

All'inizio di settembre 2018, British Airways fu colpita da un attacco informatico: l'obiettivo era rubare i dati finanziari dei voli tra fine agosto e inizio settembre, con il coinvolgimento di 380 mila carte di credito.

L'indagine dell'ICO ha rilevato che una varietà di informazioni sia stata compromessa, tra cui l'accesso, la carta di pagamento e i dettagli della prenotazione di viaggi, nonché i nomi e gli indirizzi dei clienti.

Il Dipartimento del commissario delle informazioni (Information Commissioner's Office, ICO) del Regno Unito ha multato British Airways per 183 milioni di sterline (204 milioni di euro) per la dispersione dei dati di centinaia di migliaia di clienti.

La compagnia aerea ha rivelato a settembre che era stata vittima di un hack.

Drammatico incidente, Autobus in fossato: almeno 29 morti e 18 feriti
Infatti, la maggior parte dei passeggeri a bordo stava dormendo quando il pullman è precipitato in un fossato . Ogni anno, nel paese, si contano circa 15omila morti e 470mila feriti in seguito a incidenti stradali.


"Non è stata trovata nessuna prova di attività fraudolenta sui conti correnti legati all'attacco hacker", ha fatto sapere il presidente e l'amministratore delegato della compagnia aerea, Alex Cruz, che si è detto "deluso" della sanzione proposta dall'Ico "perché abbiamo risposto immediatamente all'atto criminale" e la compagnia ha anche collaborato con l'Authority per rafforzare i sistemi di sicurezza del sito.

"I dati personali delle persone sono, appunto, personali", ha spiegato alla Bbc la direttrice Elizabeth Denham. "Se un'organizzazione non riesce a proteggerli da furto, danno o perdita, è più che un inconveniente".

Willie Walsh, CEO della casa madre IAG, ha affermato che BA avrebbe presentato all'Ico delle dichiarazioni sulla multa proposta. Ora la compagnia aerea ha quattro settimane di tempo per difendersi e poi l'Autorità Uk prenderà la decisione finale, dopo aver "ascoltato le dichiarazioni rese dalla società e i pareri delle altre Autorità europee in materia di protezione dei dati".

Latest News