Cordata precipita su Monte Bianco, morta donna e grave guida

Precipita per 150 metri e muore sul Monte Bianco

Cordata precipita su Monte Bianco, morta donna e grave guida

Una donna di 47 anni di Montalcino (Siena), Giuditta Parisi, è precipitata per circa 150 metri dall'Aiguille Marbrée, sul versante francese della montagna. Non sono state nemmeno terze persone a causare la caduta, spiegano dalla Gendarmerie di Chamonix. Con lei in cordata c'era anche una guida alpina di Courmayeur, Gianfranco Sappa, che dopo essere stato soccorso e recuperato ancora vivo è stato trasferito in condizioni disperate all'ospedale di Ginevra.

La vittima è un'italiana, di circa quarant'anni. L'incidente è avvenuto intorno alle 14 di oggi, giovedì 8 agosto, ed stato causato da "un ancoraggio che si è rotto, una corda che si è staccata". La causa non è ancora chiara.

Al Bano e Romina di nuovo nonni: Cristel Carrisi ha partorito Cassia
La cantante americana ha postato due foto in cui spiega quali sono i danni di questa ultima tecnologia che si sta diffondendo. A dare la notizia sono state le fanpage del Leone di Cellino San Marco sui social network.


I due stavano terminando la traversata in cresta delle Aiguilles Marbrées, itinerario "didattico e aereo - secondo le guide alpine del Monte Bianco - per avviare i primi passi su terreno misto di alta montagna". Sono comunque esclusi crolli di rocce, sia legati al riscaldamento climatico, sia per effetto del passaggio di altri alpinisti (la via è molto frequentata).

Latest News