Il miliardario Jeffrey Epstein si è suicidato in carcere

Il principe Andrea molestò delle minorenni l'accusa al figlio della Regina Elisabetta nel caso Epstein

Andrea Duca di York e una delle accusatrici Virginia Roberts

Jeffrey Epstein, il finanziere travolto da uno scandalo sessuale e accusato di abusi, sfruttamento della prostituzione femminile e traffico di minori, si è suicidato in carcere.

Epstein, che si era già dichiarato innocente, rischiava una condanna fino a 45 anni di carcere. Ancora non è stata comunicata la modalità del suicidio. Lo rende noto la Abc citando fonti secondo cui la morte è avvenuta nella notte.

L'uomo, che si trovava sotto stretta sorveglianza dopo che il 23 luglio scorso era stato ritrovato privo di conoscenza sul pavimento della cella, sarebbe morto impiccato. Le autorità americane non avevano escluso le ipotesi di un'aggressione da parte di un altro detenuto.

Venezuela, Maduro: "pronti al dialogo con Trump"
Il vicepresidente venezuelano Delcy Rodríguez ha inoltre denunciato un tentativo di "asfissia totale" da parte di Washington. Il mandante, accusa Maduro, è il consigliere per la Sicurezza nazionale, il falco John Bolton.


Il caso Epstein era emerso all'inizio di luglio, quando nella cassaforte del suo attico di Manhattan erano stati scoperti dvd di foto di ragazze minorenni giovanissime.

La Procura di New York aveva sollevato nuove accuse contro Epstein la scorsa settimana, accusandolo di aver abusato di dozzine di ragazze minorenni tra il 2002 e il 2005.

Miami, allora Alexander Acosta, che gli aveva risparmiato incriminazioni federali.

Latest News