Cattolica Assicurazioni, forte crescita dell’utile nel primo semestre

Arriviamo a metà del Piano con un risultato operativo che segna un incremento per il sesto trimestre consecutivo, con una raccolta complessiva e un utile che crescono a doppia cifra e con una confermata profittabilità. Nel business Danni diretto si riscontra un incremento del 3%. La nota della società evidenzia che anche a termini omogenei, ed escludendo l'apporto delle joint venture con l'ex BpVi, il risultato operativo sarebbe in aumento del 3,1% a 145 milioni di euro.

Cattolica Assicurazioni ha presentato un'offerta non vincolante per l'intero perimetro bancassurance vita di UBI Banca.

Cattolica Assicurazioni registra per il primo semestre un utile netto in forte crescita (+20,5%). Continua inoltre la crescita dei premi non auto nel ramo Danni (+9,3%). Il combined ratio passa da 92,6% a 93,4% (+0,8 p.p.), incremento sostanzialmente attribuibile alla maggiore incidenza dei sinistri collegati agli eventi atmosferici pari a €24mln, in aumento di €7mln rispetto al 1H2018. Aumentano sia il ramo Vita (+14,8%) che il Danni (+3%). Gli investimenti ammontano a €32.648mln. I dati al 30 giugno 2019 confermano la solidità patrimoniale, con un patrimonio netto consolidato pari a €2.331mln, in crescita rispetto al 31 dicembre 2018 (€2.255mln). L'indice Solvency II del gruppo è pari a 165%.

MotoGP, Rossi su Lorenzo: "Scommetto che rimarrà in Honda"
AVVIO COL BOTTO Iniziato con la tradizionale conferenza stampa del giovedì il weekend del Gran Premio d'Austria . Un'ipotesi che lo stesso australiano non smentisce, anzi.


Prevedibile evoluzione dell'attività. In un mercato assicurativo ancora caratterizzato da un'elevata competitività, da tassi di interesse in deciso ulteriore ribasso e da una significativa volatilità dello spread sui titoli italiani, fatti salvi eventi straordinari, il Gruppo prevede per il 2019 un risultato operativo e di utile netto in miglioramento rispetto al precedente esercizio.

Minali ha detto che un'eventuale operazione dovrebbe essere "value accretive" per Cattolica e dovrebbe basarsi su una valutazione finanziaria ragionevole del business di Ubi. "Siamo in gara e ci giochiamo le nostre carte al meglio". Stiamo lavorando per presentare l'offerta vincolante nelle prossime settimane.

Latest News