Malta nega rifornimenti a Ocean Viking

Migranti Malta si rifiuta di rifornire la Ocean Viking

La denuncia di Ocean Viking: "Malta non ci dà il carburante"

Quasi la metà sono minori non accompagnati, con un'età compresa tra i 13 e i 15 anni. La Ocean Viking ha ora un totale di 170 persone a bordo.

La Farnesina ha aggiunto che "l'ingresso nelle acque territoriali italiane sarebbe considerato pregiudizievole al buon ordine della sicurezza dello Stato". Di seguito il racconto di Sam Turner, capomissione di MSF in Libia e in mare: "La nave Ocean Viking, gestita in collaborazione da Medici Senza Frontiere (MSF) e SOS MEDITERRANEE, era nell'area di ricerca e soccorso da circa 10 ore quando giovedì notte è arrivata la chiamata di allarme da Alarm Phone, che era in contatto diretto con i Centri di Coordinamento Marittimo italiano e maltese".

Ieri sono state 85 le persone soccorse dalla nave Ocean Viking a 60 miglia nautiche dalle coste della Libia, tra cui donne e quattro bambini. Non chiediamo porti specifici in nessun paese, sia che si tratti di Spagna, Francia o Italia. Per questo "non può in alcun modo essere attribuita alle autorità italiane la responsabilità d'individuazione del porto di sbarco dei naufraghi". Sono pronto a firmare il divieto di ingresso nelle acque italiane - diceva della Ocean Viking -.

Solskjaer: "Lukaku? Era tempo che andasse via, un buon affare per tutti"
Sicuramente Romelu ha un buon record, le statistiche dicono che è uno dei migliori numeri 9 che ci sono in circolazione. Solskjaer ha proseguito spiegando l'esclusione di Lukaku dagli ultimi impegni estivi da giocatore dei Red Devils.


La nave Open Arms con a bordo 121 migranti è ancora in acqua e sta attendendo di avere la conferma per una ricollocazione. La comunicazione è indirizzata all'ambasciata norvegese. "Poi, alle prime luci del giorno, un aereo militare ha avvistato il barcone". Siamo riusciti a portarli tutti in salvo a bordo, ma se non li avessimo trovati stamattina poteva facilmente diventare l'ennesimo tragico naufragio. I gommoni di soccorso veloci (rhib) sono scesi in mare ma non hanno trovato il barcone. "Non potremo mai riportare le persone in Libia". Le autorità italiane e maltesi sono state informate per conoscenza e non risultano comunicazioni alle autorità competenti per il soccorso tunisine o norvegesi.

Lo scrive in un tweet Medici Senza Frontiere.

Latest News