Morta Nadia Toffa, la conduttrice de Le Iene ha perso la battaglia

È morta Nadia Toffa - Ticinonline

Addio Nadia Toffa, la Iena sconfitta dalla lunga malattia

Hai combattuto a testa alta - scrivono le Iene sul social, pubblicando anche una foto della Toffa - col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all'ultimo, fino a oggi. "È stato tanto facile piacersi, inevitabile innamorarsi, ed è proprio per questo che è cosi difficile lasciarsi".

"Niente per noi sarà più come prima, ciao Nadia".

"Il destino, il karma, la sorte, la sfiga ha deciso di colpire proprio te, la NOSTRA Toffa - continua il messaggio -, la più tosta di tutti, mentre qualcuno non credeva alla tua lotta, noi restavamo in silenzio e tu sorridevi". Poi la conduttrice de Le Iene Show ha affermato che lei non piange mai in pubblico, ma solo con i suoi amici. Purtroppo il posto dedicato a Nadia Toffa era vuoto.

Toffa ha raccontato lungamente la sua malattia sui social network, diventando un simbolo di forza e tenacia per molti malati. Ma ha perso. Nadia Toffa, noto volto televisivo e conduttrice de Le Iene, è morta a 40 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro.

Ciclismo/Europei: Elena Cecchini è medaglia d'argento!
Si è creata questa situazione tattica in questa eterna sfida tra noi e le olandesi e ce la siamo giocata fino in fondo. Solo all'ultimo chilometro, dopo aver corso sempre in accordo, le tre attaccanti hanno iniziato a studiarsi.


"Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta.il cancro, che fino a poco tempo fa tutti chiamavano timidamente 'Il male incurabile' e che, anche grazie alla tua battaglia, adesso ha un nome proprio.

"Non bisogna vergognarsi di guardarlo in faccia e chiamarlo per nome il bastardo, - dicevi - che magari si spaventa un po' se lo guardi fisso negli occhi".

Sono passati due anni da quando i suoi numerosi fan rimasero sconvolti alla notizia del grave malore che aveva colpito Nadia Toffa. È stata una delle sue ultime apparizioni. La direzione dell'Azienda sanitaria universitaria Trieste aveva precisato dopo poche ore che la prognosi era riservata "per patologia cerebrale in fase di definizione" e, subito dopo, si era anche parlato della necessità di un trasferimento, nel corso della notte, all'ospedale San Raffaele di Milano con elisoccorso, un'operazione ritardata per via del forte vento di bora che ieri lì soffiava. Nel 2014 era uscito un suo libro, Quando il gioco si fa duro, sulle dipendenze dai giochi d'azzardo; nel 2015 aveva vinto il Premio Ischia per il giornalismo televisivo.

Latest News