Open Arms: sbarcano 9 migranti, tre sono malati

Richard Gere porta viveri ai migranti di Open Arms

Richard Gere con il calolziese Riccardo Gatti a Lampedusa per fare attraccare la nave di Open Arms

"Hanno tutti - prosegue il racconto dell'attore - toccato il mio cuore". "Una nonna, con la figlia e i nipotini. E lei si è sacrificata, più volte, per proteggerli". Quest'anno siamo a 4.115 con 1.400 tunisini, 1.000 libici, 900 turchi, 400 algerini. "Il mio unico interesse è aiutare questa gente". Dei nove solo uno sbarcherà a Lampedusa.

L'attore dal canto suo ha aggiunto: "Non sono italiano e sono restio a parlare della situazione politica italiana odierna". Anche io vengo da un paese dove la situazione politica è assurda e dove viene colpevolizzato chi arriva dal Messico, da El Salvador, da Panama, dall'Honduras. Sembra che ci sia una generazione di politici che mettono la loro energia nel dividere le persone, come se nel dividere ci fosse del guadagno che è una cosa idiota. Ci sono state delle difficoltà per arrivare, con una barca, per portare viveri, alla Open Arms. La situazione igienico sanitaria a bordo della Ocean sta velocemente deteriorandosi e le scorte di cibo e carburante sono ormai agli sgoccioli, seguendo il copione delle Ong ormai consolidato di creare una situazione emergenziale di grande stress psicofisico per i passeggeri della nave.

Non ha fatto nomi naturalmente, ma le affermazioni dell'attore ci fanno riflettere, magari toccheranno la sensibilità di molti e qualcosa inizierà a cambiare al di là della politica...

"E' ovvio - ha affermato - che l'equilibrio è pronto a rompersi per cui questa situazione deve essere interrotta adesso". Sono stati torturati e abusati.

Fiorentina e Inter valutano uno scambio: Biraghi verso Milano, Dalbert a Firenze
Piero Ausilio e Beppe Marotta lo sanno e vorrebbe prenderlo in prestito con diritto di riscatto o in uno scambio. Gli orobici, nel caso sfumasse l'acquisto dell'esterno viola, avrebbero già pronta l'alternativa: Laxalt.


A largo di Tricase, sulle coste pugliesi, la Guardia di Finanza ha intercettato 16 migranti a bordo di una barca a vela, i quali, la maggior parte famiglie di nazionalità iraniana e irachena, sono stati scortati fino ad Otranto dove hanno ottenuto assistenza dai volontari della Croce Rossa. "Dal pomeriggio sono previste onde di oltre due metri - dice il fondatore della Ong spagnola Oscar Camps - e sia Italia che Malta hanno negato alla Open Arms l'ingresso nelle loro acque territoriali per ripararsi". Tutte le 105 persone sono ora al sicuro sulla Ocean Viking.

E ripete ancora una volta la posizione, immutata e immutabile, di chi si occupa di ricerca e soccorso in mare. Alle 21.02 CEST abbiamo avvertito RCC di #Malta.

L'imbarcazione spagnola "Open Arms" della ONG "Proactivia" ospita a bordo 121 migranti da ben dieci giorni, ed in più ha raccolto nella giornata di ieri altri 39 migranti. Duro il commento di Open Arms, che parla di "decisione inammissibile".

Latest News