Conferenza stampa Duarte: "Voglio fare la storia del Milan"

Rafael Leao Ismael Bennacer Leo Duarte

Rafael Leao Ismael Bennacer e Leo Duarte

Il nuovo "tridente" rossonero si presenta a stampa e tifosi. "Penso che tutti conoscano le mie qualità".

In che ruolo prediligi giocare?

Sulla Coppa d'Africa: "Ho fatto un'esperienza, ma in Africa non è lo stesso calcio".

"Un paragone importante, devo lavorare tanto per arrivare a quel livello".

Sono venuto al Milan perché è un club intenzionato a scommettere sui giovani di qualità.

Nainggolan: "Via da Roma per colpa di un'altra persona"
Il calcio è sempre stata una buona distrazione. "Andare ad allenarmi e giocare mi hanno cambiare d'umore". Penso partita per partita e ogni partita deve essere vinta e poi si passa alla prossima.


Sulla sua crescita: "Io sto crescendo, il Milan è la squadra perfetta per me per lavorare bene, con questo mister". Sono contento perché abbiamo una squadra forte. Su Bennacer c'erano anche altri club: "Ero in coppa d'Africa quindi non pensavo al mercato, ma quando il Milan mi ha chiamato non ho pensato neanche un minuto".

Sul suo ruolo e sugli idoli a cui si ispira: "Il Milan ha avuto grandi campioni, devo fare il massimo per essere più vicino a loro". Ma già stavo lavorando con Jorge Jesus, allenatore europeo, molto tattico, con idee molto simili a quelle di Giampaolo. Lo adoro, darò il massimo per lui.

Le parole di Giampaolo in tuo favore sono state importanti: "Mi ha chiesto di venire perché gli piace come gioco, vado bene per il suo sistema di gioco". "Playmaker davanti alla difesa, ma gioco dove vuole il mister senza problemi".

DUARTE: "Essere qui mi rende molto felice".

"Stavo facendo shopping con mia moglie quando ho ricevuto la chiamata di Maldini, mio padre è un suo fan.che emozione. Ho fatto uno step in avanti, ma non ho fatto niente di grande". Mi piacerebbe entrare nella storia di questo club. Ho bisogno ancora di qualche giorno per adattarmi al club e alle idee dell'allenatore. Fisicamente posso ricordare Thiago Silva, ma con le dovute proporzioni perché lui è un grandissimo difensore. "Romagnoli mi sta aiutando nell'adattamento e mi segue". Se serve mangiare erba qui per conquistare un posto, lo farò.

Latest News