Manager russo fermato a Napoli per spionaggio,ira Putin

Arrestato a Napoli manager russo accusato dagli Usa di “spionaggio economico”

Manager russo arrestato a Napoli per spionaggio industriale

Putin ha parlato del "caso Korshunov" durante la seduta plenaria del Forum economico orientale in corso a Vladivostok.

"Questa è una pessima pratica - ha sottolineato il Presidnete Putin - Complica le nostre relazioni interstatali". "Il personale dell'ambasciata è immediatamente partito per Napoli per difendere i diritti del cittadino russo che sta ricevendo tutto l'aiuto necessario e l'assistenza legale", ha spiegato il ministro degli Esteri russo Sergej Viktorovic Lavrov in una nota che conferma le ricostruzioni giornalistiche. Mentre ancora ci sono da chiarire i contorni della vicenda, quello che emerge di certo è che l'arresto è stato eseguito nel rispetto delle normative Interpol, con una richiesta internazionale classificata come red notice. Si sarebbe appropriato illegalmente di documenti di proprietà di una grande società americana, documenti protetti da proprietà intellettuale, che avrebbe poi utilizzato per sviluppare motori per nuovi aerei civili russi. "Abbiamo fatto notare che la pratica aggressiva delle autorità statunitensi di dare la caccia ai cittadini russi in tutto il mondo è inaccettabile", continua l'ambasciata, "va contro il diritto internazionale e porta a un ulteriore degrado e imprevedibilita' delle relazioni tra Russia e Stati Uniti". Spesso non vediamo alcun motivo per azioni ostili di questo tipo.

Si nutre per anni solo di patatine fritte e diventa cieco
Tuttavia il ragazzo ha deciso di non seguire il trattamento e non ha cambiato neanche le abitudini alimentari. La sua dieta non prevedeva frutta e verdura ma solo patatine , pane bianco , prosciutto e salsiccia.


Tensione tra Usa e Russia, dopo la notizia circolata negli ultimi minuti relativa al fermo di un alto manager di Mosca, Aleksandr Korshunov, avvenuto a Napoli, accusato da Washington di "spionaggio economico". Inoltre, ho tutte le ragioni per credere che ciò sia talvolta collegato alla concorrenza. La sede principale dell'azienda e' a Torino e secondo la testata pietroburghese, Korshunov viaggiava regolarmente in Italia (la Avio Aero ha una fabbrica a Pomigliano d'Arco), anche se al momento dell'arresto il manager era semplicemente in vacanza. "Probabile che si tratti di qualche fenomeno criminale, ma sarebbe meglio per le nostre forze dell' ordine cooperare in questo ambito", ha poi aggiunto il presidente russo. Il rischio è di ritrovarsi stritolati tra Putin e Trump, due personaggi dal carattere forte e con la caratteristica di non dimenticare facilmente i torti subiti.

Latest News