Sondaggi politici, supermedia YouTrend: le percentuali dei partiti oggi

Sondaggi politici Swg la7 oggi 3 settembre: M5S sale, crollo Lega

Sondaggi politici elettorali e intenzioni di voto: il M5S supera il PD

Non si capisce, quindi, perché si invochi ancora con tanto ardore il tradimento della delega popolare per il Conte Bis che, come detto, "volere popolare alla mano" raccolto tramite sondaggi, ha comunque oltre il 45% di consenso ed è quindi ben poco "abusivo" ed imposto dall'alto (o da Bruxelles).

I sondaggi politici sono apparsi al Tg di La7 condotto da Enrico Mentana e sono stati effettuati dall'agenzia Swg.

Ecco nel dettaglio le intenzioni di voto degli italiani: crolla la Lega, oggi al 33,6%, M5S al 21,4% sorpassa Pd, ferma al 21,1%.

Occore anche precisare che consideriamo come opposizione di centrosinistra solo +Europa, dal momento che la linea ufficiale del partito - pur con i dovuti distinguo - è quella, appunto, dell'opposizione al governo Conte II.

Roger Waters: "Salvini, Trump e Bolsonaro? Stanno distruggendo il nostro pianeta"
Bisogna mettersi insieme e resistere a chi vuole distruggere questo bellissimo pianeta, a chi controlla le nostre vite". Viviamo tempi difficili: c'è un establishment che sovrasta la gente normale e la costringe a sentirsi minacciata.


Chi vi scrive non è per nulla un fan del nuovo governo formatosi. E' questo ciò che fa un giornalista, specialmente se "al servizio" di un partito che è (era) nato per aprire gli occhi ai cittadini.

Dietrofront della Lega e forte recupero del Movimento 5 Stelle. Il 6% infine non si esprime. Questo infatti avrebbe dichiarato: "È stata una sfida tra due scommesse: da una parte Salvini, che scommetteva non avremmo fatto in tempo a costruire una nuova maggioranza; dall'altra noi, che a quella maggioranza avevamo iniziato a lavorare, scommettendo a nostra volta che Salvini avrebbe aperto la crisi entro l'estate". "Eppure la maggioranza degli italiani a prescindere dall'appartenenza - il 44% - vede negativamente la nascita di un governo giallorosso a guida Conte", spiega Noto.

Quale componente della Commissione Agricoltura continuerò ad impegnarmi affinché diventino prioritari i temi sull'agricoltura del nostro programma elettorale anche per il nuovo ministro Teresa Bellanova del Pd, a cui evidenzio la necessità: di ristabilire gli equilibri e i rapporti di forza all'interno della filiera tra agricoltori e industria della trasformazione e distribuzione; di potenziare l'offerta nazionale di materie prime valorizzando le eccellenze dei nostri territori; di semplificare le procedure burocratiche e l'accesso al credito, soprattutto per i giovani; di ridurre la pressione fiscale sulle Pmi agricole e non per ultimo la necessità di legiferare affinché il nostro Made in Italy non sia più inquinato: dal caporalato e dallo sfruttamento del lavoro in agricoltura, dall'uso di sostanze nocive per ambiente e salute e da metodi cruenti per gli animali da reddito. Sgombriamo il campo da equivoci: come non mi fidavo ieri del Pd non mi fido oggi, e quello che ho sempre pensato del Pd lo penso anche oggi.

Latest News