Camera dei Deputati: per la Camera è fiducia a Conte bis

Conte chiede la fiducia con un discorso di un'ora e 33 minuti. Ne dedica due ai terremotati

Conte bis, «Governo sobrio e non arrogante»: segui il dibattito

Anche il Senato ha votato la fiducia al governo Conte bis nel tardo pomeriggio di martedì 10 settembre. Per l'Italia l'ex premier italiano, Paolo Gentiloni, è stato nominato Commissario agli affari economici e monetari. E ha chiesto il supporto di tutte le forze politiche nel lavorare in ambito europeo per la riforma del Patto di stabilità.

I 'grillini' sono convinti che, grazie all'impegno del premier Conte e del ministro Fioramonti, 'le nostre battaglie storiche in questi ambiti troveranno più facilmente realizzazione'.

Questo approccio, in verità, stride non poco con la prima immagine che Conte aveva dato di sé in Parlamento: quella dell'avvocato del popolo, del garante del contratto di governo fra due forze "fieramente" populiste, con tanto di rivendicazione del concetto di sovranismo (e non a caso Paragone ha sottolineato come in pochi mesi le "parole guerriere" siano state sostituite dal "linguaggio mite", anticipando quella che sarà la linea di mezza opposizione).

E' tra le priorità fissate da Conte.

Si è conclusa la lunga giornata del governo alla Camera. Verso le 14.30 prenderà la parola il leader della Lega Matteo Salvini, mentre al momento non è previsto che intervenga in Aula il senatore Pd Matteo Renzi.

Carlo De Benedetti: "Non voterei la fiducia, Conte trasformista"
Ma poi ho ritenuto inadeguato sedersi con il PD dopo aver firmato tutti i decreti sicurezza, la Diciotti. L'imprenditore ha poi aggiunto: "Il Pd rischia di più da questa alleanza, ma è destinato a restare.


E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.

Parlando di tasse ha poi dichiarato: "Il nostro obiettivo principale è ridurre le tasse sui lavoratori, il cosiddetto cuneo fiscale".

Salvini ha più volte battuto sul governo frutto di una manovra di palazzo e contro la volontà dei cittadini. "Non ho mai detto e non dirò mai che voi avete tradito: mi rivolgo alla Lega". "Il governo è basato sulla spartizione delle poltrone e sulla paura del voto degli italiani".

MATTARELLA: "CRESCITA E COESIONE" - Intanto, nelle scorse ore, è arrivato da Cernobbio anche il messaggio presidente della Repubblica Sergio Mattarella per rilanciare e rinnovare l'Europa."Coesione e crescita - ha detto - sono gli obiettivi ai quali guardare e il necessario riesame delle regole del Patto di Stabilità può contribuire a una nuova fase, rilanciando gli investimenti in infrastrutture, reti, innovazione, educazione e ricerca". Il caos e le proteste in Aula hanno reso impossibile continuare il dibattito. A breve è prevista la replica del premier, prima di iniziare la votazione della fiducia al nuovo governo. E'stato accolto da urla e dal coro "traditore, traditore" da parte di alcuni senatori leghisti.

Latest News