F1, a sorpresa si candida anche il Mugello: i dettagli

Anche il Mugello pronto a candidarsi per la F1 dal 2025

F1 | Il Mugello pronto ad ospitare la Formula 1

Paolo Poli, direttore del Mugello Circuit, ha dichiarato che fra 5 anni potrebbe esserci l'intenzione di candidarsi per la Formula 1, portandola così in Toscana, per un affare di rilevanza: in tal caso sarebbero necessarie partnership nazionali, alla stregua dell'accordo siglato da Monza con la F1 degli anni a venire.

Il Gran Premio d'Italia è probabilmente l'appuntamento più sentito nel calendario del Motomondiale.

Dal 1994 inoltre è sede delle vetture turismo del Deutsche Tourenwagen Masters, oltre ad aver ospitato la Formula 2, 3000, l'ITCC ed il Campionato FIA GT, senza dimenticare la sede di arrivo delle edizioni del Giro d'Italia del 1977 e 2007. Inaugurato nel 1922, rappresenta il 3° autodromo permanente più antico al mondo, successivo a quello di Brooklands, oramai in disuso, e ad Indianapolis. Secondo uno studio effettuato dal Centro Studi Turistici e Irpet la ricaduta economica delle attività del circuito del Mugello sfiora i 130 milioni di euro.

Lukaku: "Finalmente lavoro con Conte, mi ha sempre voluto. Razzismo? Hanno compreso"
Un momento di serenità che ha spinto il numero 9 nerazzurro ad essere molto attivo sui social network. Conte mi ha voluto a lungo, finalmente sono con lui.


Quello che emerge è che i visitatori del territorio e la gestione dell'impianto sono i principali volani di ricaduta economici, di produzione e lavoro.

La prima ricerca, relativa al 2007, stimava in 22,7 mln di € l'impatto economico del circuito, la cui attività contribuiva allora alla creazione di 120 unità a tempo pieno. Lo studio stima che il 69% sia avvenuto all'interno del SLL Borgo San Lorenzo; il 20% nell'area metropolitana, il 10% fuori area metro.

"L'autodromo del Mugello attiva annualmente oltre 512 mila presenze turistiche tra addetti ai lavori - commenta il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella -". Questo rappresenta il 3,40% sul SLL Mugello, lo 0,1 per l'area metropolitana. La seconda, relativa al biennio 2011-2012, stimava una ricaduta economica annua fra i 63 e i 66 milioni di euro con la creazione di 414 unità lavorative locali. Il dato fa riflettere perché la Metrocittà è impegnata nella valorizzazione e promozione di tutto il territorio, con il suo scrigno pieno di tesori d'arte, di paesaggio, di attività artigianali e agroalimentari. "Si deve incrementare un collegamento tra eventi e conoscenza di queste caratteristiche peculiari del nostro territorio, che nel Mugello sono tutte rappresentate".

Latest News