Craig Warwick rompe il silenzio: così ho rischiato di morire

Craig Warwick: “Ho avuto una rarissima forma di trombosi, sarei potuto morire”

Warwick, il sensitivo degli Angeli : “Un grazie di cuore al Policlinico di Messina”

In esclusiva a Pomeriggio 5 tutto il suo racconto e la paura che ha avuto. Una storia che si è risolta bene, ma che ad un certo punto ha assunto risvolti drammatici.

Craig Warwick, sensitivo e autore di numerosi libri sul contatto con l'aldilà, sta attraversando un periodo piuttosto difficoltoso della sua vita.

"Grazie a Dio sono qui", ha esordito in collegamento dall'abitazione di un'amica raccontando in prima persona la grande paura vissuta. Ma ora è stato dimesso ed è tornato a casa ma dovrà sottoporsi a regolari controlli.

Riforma pensioni: quota 100 verso lo stop anticipato di un anno
Questi lavoratori rischierebbero di trovarsi esattamente alla stregua degli esodati Fornero, cioè senza lavoro e senza pensioni. Per il pensionato non coniugato è prevista l'erogazione parziale dell'assegno sociale se ha redditi fino a 5889 euro.


"Mi trovavo a Milazzo, non mi sentivo bene già da giorni, forse da mesi, così ho deciso di fare le analisi del sangue per capire cosa mi stava accadendo", scrive su Instagram. "Il mio cuore era pronto per un infarto". Oggi 12 settembre è stato ospite da Barbara d'Urso a Pomeriggio 5, narrando nel dettaglio che cosa gli è accaduto. Dopo solo un'ora, vengo raggiunto da una telefonata della dott. ssa che mi avverte di un pericolo urgente; la mia emoglobina è sotto i 6 punti, la mia vita è a rischio, potrei morire in qualunque istante.

Come sappiamo Craig Warwick ha partecipato come naufrago all'Isola dei famosi 2018, ma quest'esperienza è stata interrotta prematuramente per via di un malore che l'aveva costretto a rientrare in Italia per degli accertamenti medici. "Quanta vita e quanto affetto in una sacca da mezzo litro". Dopo pochi giorni, i medici di Milazzo decidono di trasferirlo al Policlinico di Messina per indagare sulle cause di una tale perdita di sangue. Non ricordo esattamente quante analisi e a quante indagini sono stato sottoposto, le cose non erano semplici e questo lo capivo benissimo e capivo anche che potevano esserci brutte sorprese.

Così il sensitivo scopre cosa gli è successo: "Dopo tre settimane viene diagnosticata una forma rarissima di trombosi in più parti delle vene dell'intestino". Infine il sensitivo ha concluso dicendo che inizia a tenere sotto controllo la sua salute in maniera costante e ringrazia tutti quelli che l'hanno supportato con messaggi d'affetto e amore durante la sua convalescenza.

Latest News