Schumacher è cosciente? Mistero sulle condizioni del tedesco

Michael Schumacher è cosciente

Schumacher è cosciente? Mistero sulle condizioni del tedesco

Pochissime le notizie diffuse in questi anni dalla famiglia che si è trincerata dietro un silenzio quasi assoluto; negli ultimi giorni, però, il tedesco è in cura presso l'ospedale Georges Pompidou, ricoverato sotto falso nome per tutelarne la privacy dove sta sottoponendo a una terapia "top secret" a base di cellule staminali preparata dal professor Philippe Menasché, celebre chirurgo cardiaco e pioniere della terapia cellulare nella cura dell'insufficienza cardiaca oltre che componente del consiglio d'amministrazione dell'Istituto del cervello e del midollo spinale. Per l'emittente Bfmtv il commento "potrebbe contraddire la versione ufficiale secondo la quale l'ex pilota si troverebbe in uno stato vegetativo".

Arrivano nuove indiscrezioni da Le Parisien in merito alle condizioni di Michael Schumacher. Al primo piano dell'edificio D, solo la presenza di guardie di sicurezza tradisce la presenza dell'ex campione di Formula 1.

Sciopero British Airways, cancellati quasi tutti i voli: la situazione
Di fatto la decisione sindacale di bloccare tutto atterra quasi l'intera flotta della compagnia britannica. Secondo la compagnia, così facendo i comandanti arriverebbero a guadagnare 220 mila euro l'anno.


La notizia è di quelle che lasciano ben sperare, sembrerebbe che Michael Schumacher sia cosciente ed in netta ripresa. A questo punto, prosegue Bfmtv, "l'assenza di coscienza minimale del campione non sarebbe più certificata, ma nessuno sa se è in grado di relazionarsi con il suo entourage". La cura che riceve è in tutte le conversazioni del personale infermieristico. Se il programma sarà rispettato, mentre ieri alle 17:15, Jean Todt è andato a fare visita a Schumacher per 45 minuti, prima di lasciare l'ospedale da un'uscita secondaria.

Triste coincidenza, a pochi chilometri da Parigi, il mondo della Formula 1 si è riunito per un altro evento drammatico: il funerale a Chartres del giovane pilota Anthoine Hubert, morto a 22 anni in una violenta collisione durante la gara di Formula 2 di Spa-Francorchamps in Belgio il 30 agosto.

Latest News