Usa, Trump licenzia consigliere per la sicurezza John Bolton

John Bolton

John Bolton

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump vuole vietare le sigarette elettroniche che usano sostanze aromatizzate e l'amministrazione Usa è pronta a varare una stretta senza precedenti. Trump ha scritto di essere stato in disaccordo con Bolton su molte questioni, di averne chiesto le dimissioni e di avere intenzione di nominare il suo successore la prossima settimana. Il presidente degli Stati Uniti ha scelto di pubblicare un messaggio da Twitter - il suo solito modo di far conoscere le sue decisioni importanti - per annunciare il licenziamento di Bolton, cosa che ha fatto senza preavviso.

Trump ha scritto su Twitter di aver informato Bolton ieri sera che la Casa Bianca non aveva più bisogno dei suoi servizi.

Spogliatoio San Paolo, il sindaco De Magistris: "È responsabilità della Regione"
Basile si è preso l'impegno: entro sabato sarà messo in regola. "Quindi è un tema che riguarda Basile, De Luca e De Laurentis". ORE 10.41 - L'assessore Ciro Borriello ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ritornando alla questione spogliatoi.


John Bolton, 70 anni, era diventato consigliere per la sicurezza nazionale di Trump circa un anno e mezzo fa: aveva preso il posto del rispettato generale H. R. McMaster, che non aveva mai sviluppato un forte rapporto con Trump e che a sua volta aveva sostituito Michael T. Flynn, screditato ex militare che era dimesso dopo solo 24 giorni in carica, e che in seguito si era dichiarato colpevole di avere mentito all'FBI sulle sue consulenze con il governo della Turchia e nell'inchiesta sulle interferenze russe. E il bilancio delle vittime per insufficienza polmonare è salito ad almeno sei pazienti: sotto la lente ci sono alcune sostanze adulteranti nei prodotti per svapare che contengono Thc, il principio attivo della cannabis.

Sono almeno 450 i casi registrati in tutti gli Stati Uniti e che coinvolgono soprattutto i teenager.

Latest News