Boateng: con la Juve giochiamo per vincere

Boateng:

BOATENG, Juve, vogliamo vincere: darò il massimo

Lasciato il Sassuolo lo scorso gennaio per rispondere alla chiamata dei Blaugrana, Boateng in Catalogna è rimasto solo fino a giugno. La rivalità tra viola e bianconeri è sentitissima soprattutto dalle parti del Ponte Vecchio, dove ogni anno si attende la gara del Franchi contro la Juve nella speranza di fare uno sgambetto a quella che è forse la squadra più "odiata" a Firenze. Ecco perché non vedevo l'ora di giocare di nuovo.

Ad attirare l'attenzione nel corso dell'intervista è stata però in particolare la definizione che l'ex Milan ha dato di Ousmane Dembélé, suo compagno di squadra proprio al Barcellona.

Temptation Island Vip 2, anticipazioni: "Accadrà una cosa mai successa"
Quando mi chiedevate 'Ma cosa ne pensi?', adesso io vi dico che penso che lei sia ciò che è sempre stata . La showgirl si è poi chiusa in bagno a piangere e l'amica Anna Pettinelli l'ha raggiunta per consolarla.


Dembelé - ha esordito Boateng - è un ragazzo molto calmo, non parla tanto. Per me è ancora come un bambino. Ci sono giocatori che arrivano in ritardo agli allenamenti in segno di sfida ma per lui il discorso da fare è diverso. È proprio come un ragazzino. Dal primo giorno ho capito cos'è la partita per i tifosi, mi hanno chiesto di fare gol. Ha un carattere americano, per noi è importante avere questo contatto. "Vuole solo giocare a calcio". Ma nonostante il tenore dell'avversario sabato pomeriggio Kevin-Prince Boateng promette battaglia: "Le settimane di riposo ci hanno aiutato a capire cosa ci è mancato nelle prime giornate".

Latest News