Giappone, l'acqua radioattiva di Fukushima sarà scaricata nel Pacifico

Giappone, l'acqua radioattiva di Fukushima sarà scaricata nel Pacifico

Giappone, l'acqua radioattiva di Fukushima sarà scaricata nel Pacifico

Ma pescatori, abitanti delle città costiere e ambientalisti sono preoccupati e tra questi c'è Greenpeace Japan che "Si oppone fortemente alla scelta annunciata dal governo giapponese di scaricare quest'acqua contaminata radioattivamente: il mare non è una discarica".

L'acqua radioattiva di Fukushima verrà scaricata nell'Oceano Pacifico?

"L'unica opzione sarà quella di prosciugarlo in mare e diluirlo", ha detto Yoshiaki Harada a un notiziario di Tokyo martedì. "Tutto il Governo ne discuterà, ma vorrei offrire la mia semplice opinione".

La società Tokyo Electric Power, che gestisce la centrale nucleare giapponese di Fukushima ha deciso di sversare acqua radioattiva direttamente nell'Oceano Pacifico. Lo spazio per immagazzinare l'acqua finirà definitivamente entro il 2022.

Ue: Conte a Bruxelles incontra Ursula von der Leyen e Sassoli
Conte - rispondendo a un'altra domanda - ha poi auspicato di ricevere già domani la lista dei nomi per la nomina dei sottosegretari e chiudere la squadra del nuovo esecutivo.


"L'unica opzione sarà quella di versare in mare e diluire il contenuto dei silos". Una solzuione che però trova un ostacolo nella legge giapponese sugli espropri, che risulta essere molto debole. Secondo Tepco però, date le dimensioni del sito, si può arrivare a stoccare al massimo 1,37 milioni di tonnellate di acqua.

Il Giappone è stato sottoposto a nuove pressioni per affrontare il problema dell'acqua contaminata prima che Tokyo ospitasse le Olimpiadi e le Paralimpiadi la prossima estate. Nel 2018, la Tepco ha ammesso che un sistema che avrebbe dovuto purificare l'acqua dalla maggior parte dei suoi elementi radioattivi non è risultato efficace. In un incontro informativo, il ministro sottolinea che spetterà ora al governo decidere, anche dopo aver letto il rapporto degli esperti interpellati.

Allarme da alto livello in Giappone: oltre un milione di tonnellate di acqua stoccata nella centrale di Fukushima dopo il sisma è a rischio radioattività. "Tuttavia, a settembre 2018, è diventato chiaro che l'80% dello stronzio 90, dello iodio 129, ecc. erano rimasti nelle acque contaminate radioattivamente trattate dall'impianto di rimozione, ad eccezione del trizio". Se ingerito dall'uomo, lo stronzio 90 si accumula nei denti e nelle ossa e può causare cancro alle ossa o leucemia. Non è considerata una sostanza pericolosa per l'uomo, perché si elimina facilmente con urine e sudore. Dalla fine degli anni Settanta, sarebbero almeno 30 le navi, con a bordo rifiuti radioattivi, affondate nel Mediterraneo in circostanze ambigue.

Latest News