Roma, stangata per due turiste giapponesi: due spaghetti a 430 euro

429 euro per spaghetti e acqua, stangata per due turiste giapponesi

Roma 'ladrona', 430 euro di conto per due turiste giapponesi

Qui il dettaglio delle portate si legge, e spicca una grigliata mista per due persone da 315 euro, oltre ad una mancia da 39,40 euro. Due piatti di spaghetti al cartoccio di pesce e acqua sono costati 430 euro a due turiste giapponesi che avevano deciso di fermarsi a pranzare nel ristorante Antico Caffè di Marte, in via Banco di Santo Spirito. In più 80 euro di mancia obbligatoria.

"Il nostro menù è chiaro, per pagare quella cifra non hanno preso solo gli spaghetti ma anche il pesce che da noi è fresco: il cliente lo sceglie al bancone" si difende il ristoratore Giacomo Jin, intervistato dal Messaggero che per primo ha dato la notizia. Riguardo alla mancia, dal ristorante spiegano che "al momento di pagare chiediamo al cliente se vuole dare la mancia, e può scegliere tra il 10 e il 20 per cento dell'importo, tutto liberamente". "Quando ci siamo lamentati per il prezzo della grigliata ci han detto che il piatto era da 4,8 chilogrammi, ma noi siamo sicuri che fossero al massimo due".

E' l'incredibile cifra spesa da due turiste giapponesi, che hanno deciso di gustare un buon pranzo in un ristorante situato nel centro storico di Roma.

Gabriel Garko si è sposato? Le foto svelano tutto
Adesso il settimanale di Alfonso Signorini ha pubblicato due foto dell'attore con una fede al dito. So che a molti piacerebbe saperlo, al di là del fatto che io sia gay o meno.


Ma sulla pagina Tripadvisor del locale altri turisti asiatici si lamentano per il conto.

"Stangate romane, scrive un altro utente, riprendendo il titolo del Messaggero, chiedendosi "perché nessuno fa nulla per evitare questi danni di immagine al Paese", facendo anche riferimento al celebre film in cui Totò e Peppino provano a vendere la Fontana di Trevi".

"Episodi simili causano un danno di immagine alla città di Roma", commentano da Federagit - Guide Turistiche di Roma, che poi aggiungono "desideriamo una città più accogliente e chiediamo che le forze dell'ordine controllino se c'è stato un abuso nei confronti delle due giovani giapponesi". Si trattava sempre di esercizi in zona San Pietro.

Latest News