Netflix sotto inchiesta dalla Guardia di Finanza in Italia

«Netflix non paga le tasse»: scatta l’indagine a Milano

Netflix sotto indagine in Italia per omessa dichiarazione dei redditi

Ad aprire ufficialmente l'inchiesta contro il gigante Netflix é stata la Procura di Milano, con l'accusa di omessa dichiarazione dei redditi. Per questo la Procura di Milano, nella persona del sostituto procuratore Gaetano Ruta, ha aperto un'indagine. Il caso ha preso il via dal momento che l'azienda incassa milioni di euro senza versare alcun contributo in tasse, non avendo lavoratori o società con sede in Italia.

Ci saranno pesanti sanzioni?

Netflix è sotto inchiesta in Italia per evasione fiscale. Per garantire la massima qualità, il colosso USA ha bisogno di queste infrastrutture che da Roma e Milano si diramano in tutta Italia. La pista battuta dalla GdF si basa sui server che Netflix utilizza in Olanda per tutto quello che riguarda l'elaborazione di contenuti multimediali che sono poi commercializzati nel nostro Paese. E in effetti dal punto di vista burocratico e formale sarebbe quasi legittimato a non pagare visto che non risultano (in Italia) dipendenti o società satellite del colosso dello streaming.

Variety sottolinea inoltre che l'Italia ha recentemente approvato una legge sui media che impone la legislazione europea che impone ai servizi di streaming stranieri come Netflix e Amazon Prime Video di investire il 30% delle loro entrate in produzioni locali.

Verissimo, 4 ottobre - Gli ospiti - Canale5
La risposta di Bar Refaeli lascia tutti senza parole: "È stata una relazione durata 6 anni, molto importante per la mia vita". L'affascinante modella israeliana ha rimarcato quanto sia importante poter contare sul supporto della famiglia .


Dalle informazioni raccolte dalla Guardia di Finanza di Milano, è emerso che i contenuti digitali offerti da Netflix partono dall'estero e vengono fruiti sul territorio nazionale attraverso le reti gestite dagli internet provider, regolarmente retribuiti dall'azienda.

Gli inquirenti hanno fatto rientrare nel concetto di sede fissa l'insieme di cavi, fibre ottiche, computer e server senza i quali Netflix non potrebbe distribuire in Italia i contenuti della sua piattaforma.

Secondo una stima fatta da Comparitech dall'arrivo in Italia nel 2015 al 2018 Netflix (che comunica solo dati ufficiali relativi agli Usa e al resto del mondo nel suo complesso) ha raggiunto nella Penisola 1,4 milioni di abbonati con la prospettiva di toccare i due milioni entro la fine del 2019.

Latest News