Forfettario per i dipendenti: requisiti 2020

Politica / Manovra, accordo sul carcere agli evasori: si tratta su partite Iva

Partite IVA 2020: Forfettari e flat tax verso la conferma

"Abbiamo ascoltato il mondo delle partite Iva, ci siamo confrontati con loro", "abbiamo fatto "una scelta di buonsenso e di equilibrio". Così Luigi Di Maio in un video su Facebook. Perciò questa discussione sarà centrale nella discussione con il governo e il M5s sarà garanzia per commercianti e Partite Iva. In sostanza, un conto su cui far transitare esclusivamente versamenti e prelievi dell'azienda o dello studio.

Il secondo modulo del regime forfettario, invece, avrebbe esteso l'aliquota agevolata anche per coloro che dichiarano tra i 65 mila e i 100 mila euro di reddito.

Soci di Srl: coloro che partecipano a società di persone o associazioni, imprese familiari, società a responsabilità limitata, infatti, non potranno aderire all'opzione flat tax partite IVA che contemporaneamente all'attività per la quale fruiscono del regime agevolato, risultano soci di SRL, ancorché non abbiano esercitato l'opzione per la trasparenza fiscale.

In attesa di conferme ufficiali, le ultime anticipazioni dalla maggioranza allontanano l'ipotesi di obbligo di fatturazione elettronica per i forfettari e di sistema analitico di determinazione del reddito.

Juventus-Lokomotiv Mosca 2-1: i bianconeri tremano, la vince Dybala
Lokomotiv Mosca: Guillerme; Ignatyev, Corluka, Höwedes, Idowu; Joao Mario, Barinov, Murilo, Krychowiak (83' Kolomeytsev), Al. Una doppietta che decide il match e permette alla Juventus di ottenere 3 punti preziosissimi.


Anche il meccanismo di "cashback" che dovrebbe garantire un ritorno economico del 19% per chi fa acquisti elettronici in alcuni settori considerati "a rischio" evasione, dovrebbe essere ritardato a luglio 2020, nella norma che riguarda i pagamenti elettronici.

Dunque, adesso chi ha redditi superiori a 65 mila euro può mettersi l'animo in pace: non entrerà in nessun caso nella flat tax, neppure in quella al 20% prevista dalla legge di Bilancio 2019 per i contribuenti fino a 100mila euro e che è stata definitivamente cancellata dalla manovra 2020.

L'obiettivo del governo giallo-rosso nell'abrogare la misura è quello di limitare abusi da parte di contribuenti "furbetti" che un anno non dichiarano redditi ed il successivo anno entrano nel regime forfettario dichiarando ricavi.

Latest News