Fca dialogo con Psa per aggregazione - Piemonte

Fca dialogo con Psa per aggregazione - Piemonte

Fca dialogo con Psa per aggregazione - Piemonte

A riportarlo è il Wall Street Journal. L'incontro, secondo Bloomberg, è collegato ai colloqui in corso tra il gruppo francese (che possiede i marchi Peugeot e Citroen) e Fiat Chrysler per una possibile fusione.

Solo per fare un esempio, le azioni dell'italoamericana hanno festeggiato l'ipotesi di fusione FCA-Peugeot mettendo a segno progressioni di oltre 7 punti percentuali a Wall Street.

Standard And Poor’s, confermato il rating BBB per l’Italia
L'agenzia evidenzia che "il nuovo governo è al potere dall'inizio di settembre e ha compiuto progressi su diversi fronti". Le stime di crescita incorporano anche il reddito di cittadinanza, che contribuirà per lo 0,2% al PIL di quest'anno.


Il Sole24Ore evidenzia come "un'eventuale fusione tra Psa ed FCA può generare grandi vantaggi, magari non ampi come quelli che si potevano creare dall'integrazione con Renault o Hyundai, ma sicuramente interessanti per ampiezza dell'offerta, numero dei brand schierati e copertura geografica". L'amministratore delegato di Peugeot, Carlos Tavares, andrebbe a capo della nuova casa automobilistica come Ad, mentre John Elkann, presidente della Fca, assumerebbe lo stesso ruolo nella nuova società.

La discussione viene definita dal WSJ "fluida", "senza garanzia sull'esito" e "con più opzioni sul tavolo", l'unica certezza sembrerebbe essere la convocazione straordinaria del consiglio di amministrazione di PSA per mercoledì 30 ottobre, nel pomeriggio. Il 6 giugno Fiat Chrysler aveva però ritirato "la proposta di fusione avanzata a Groupe Renault", in seguito a un rinvio chiesto dal board della casa francese dopo il pressing del governo di Parigi. E ad agosto erano emerse indiscrezioni su una possibile ripartenza del dialogo tra i due colossi. Dal deal nascerebbe il quarto big del settore dietro all'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, con 9 milioni di veicoli l'anno.

Latest News