Integratori alimentari: 2 cose che devi sapere prima di assumerli

Allerta seppie congelate: c’è presenza di cadmio

Cadmio nelle seppie surgelate, ritirate dal Ministero della Salute: “Non mangiatele”

Gli integratori alimentari sono fonti concentrate di nutrienti in piccole unità e si trovano in commercio in formato di capsule, compresse, fialoidi e simili. Lo afferma il Ministero della Salute, che ha pubblicato un Decalogo per un loro corretto uso. "Di conseguenza, per poterne ricavare complessivamente un vantaggio, l'uso di un integratore alimentare per i suoi effetti nutritivi o fisiologici deve avvenire nel contesto sopra descritto e non deve mai essere dettato dalla convinzione, erronea, di poter "compensare" gli effetti negativi di comportamenti scorretti".

Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.

La disciplina sulla vendita degli integratori alimentari - ricordano i poliziotti municipali in azione a Milano - prevede che al momento della prima commercializzazione l'impresa interessata debba informare il ministero della Salute, attraverso la trasmissione di un modello dell'etichetta utilizzata per lo specifico prodotto.

Terzo consiglio: bisogna leggere sempre per intero l'etichetta e prestare particolare attenzione alle modalità d'uso, alle modalità di conservazione e agli ingredienti presenti, anche in considerazione di eventuali allergie o intolleranze, e a tutte le avvertenze.

Napoli-Atalanta, De Laurentiis furioso: "Ne abbiamo le tasche piene"
Ciò nonostante, io che sono al di sopra di ogni sospetto, chiedo chiarezza e rispetto . A velocità normale quello è rigore tutta la vita, ma non è questo il punto.


Accertati che gli effetti indicati nell'etichetta di un integratore rispondano effettivamente alle tue specifiche esigenze e non superare le quantità di assunzione indicate. In caso di integratori che vanno presi per un lungo periodo, per esempio per il colesterolo o la pressione, è bene consultare periodicamente il medico per valutare l'andamento della situazione.

Altro avvertimento è quello di chiedere consiglio al medico per l'uso di un integratore se non si è in buona salute o si è in trattamento con farmaci. Al sesto punto si spiega una cosa importante: "Ricorda che un prodotto non è sicuro solo perché è "naturale" ma che, anzi, proprio per il suo profilo di attività "fisiologica", potrebbe determinare effetti inattesi e inde-siderati in determinate condizioni".

Il ministero ribadisce inoltre che che gli integratori "sono concepiti per contribuire al benessere e non per la cura di condizioni patologiche, che vanno trattate con i farmaci". Ciò al fine di accertarsi del rischio di eventuali controindicazioni. Per la somministrazione di integratori ai bambini - ulteriore consiglio - sentire un pediatra. Gli effetti dimagranti di un integratore alimentare possono solo essere accessori e secondari rispetto al loro effetto principale. Se desideri assumere integratori alimentari in ambito sportivo, devi comunque tenere comunque conto del tipo di sport praticato, della sua intensità e durata e delle specifiche condizioni individuali. Diffida di integratori e prodotti propagandati per proprietà ed effetti mirabolanti o come soluzioni "miracolose" dei tuoi problemi. "Gli integratori, come tanti altri prodotti, oggi sono reperibili anche al di fuori dei comuni canali commerciali, quali ad esempio la rete internet". Sul portale del Ministero della Salute (www.salute.gov.it) sono disponibili utili informazioni sui costituenti ammessi all'impiego negli degli integratori e il Registro, consultabile, in cui vengono ripotati i prodotti regolarmente notificati per l'immissione sul mercato italiano.

Latest News