Meningite a Rimini, ragazza in Rianimazione

Grave 25enne riminese colpita da meningite: ricoverata d'urgenza

Meningite, ragazza in coma farmacologico all’ospedale di Rimini

Questa è una malattia dove la trasmissione avviene per aerosol, con una vicinanza ravvicinata tra le persone, ma se il rapporto non è continuativo la possibilità di contagio non è elevata. Al rientro a casa si è misurata la febbre e il termometro segnava 38°. Immediata la corsa in Ospedale, il ricovero, gli esami e la diagnosi che ha messo in allarme i suoi cari: meningite da meningococco.

Sintomi compatibili con una meningite sono stati diagnostati ad una ragazza di 25 anni che si trova in coma farmacologico, da lunedì, nell'ospedale di Rimini. Il dottor Marco Monaldi, come riportato da Il resto del Carlino, ha spiegato di che tipo è quella contratta dalla 25 enne di Rimini: "Si tratta di una meningite meningococcica, di cui ancora non conosciamo il sierotipo, una forma batterica che in questo periodo, fino a primavera, sarà predominante rispetto alle forme virali". L'Ausl ha avviato la procedura di profilassi per i parenti e gli amici venuti a contatto con la 25enne. Casi isolati di meningite rientrano nella assoluta normalità epidemiologica della meningite nel nostro paese.

L'esercito turco si scontra con i militari di Assad: sette morti
Secondo l'Osservatorio, almeno sette combattenti lealisti e quattro miliziani ribelli sono rimasti uccisi. Mosca ha assicurato che il ritiro dei curdi è stato completato in anticipo.


Per interrompere la circolazione del meningococco ed impedire la comparsa di ulteriori casi di malattia, è necessario che i familiari e le persone che hanno avuto contatti stretti con l'ammalato nei giorni precedenti la comparsa dei sintomi vengano sottoposti ad una profilassi antibiotica per via orale con lo scopo di "bonificare" eventuali portatori del germe.

Il dipartimento di sanità pubblica dell'Ausl, seguendo gli appositi consolidati protocolli, ha contattato le persone che recentemente hanno avuto contatti con la paziente, alle quali è stata somministrata la terapia preventiva del caso. Le condizioni di quest'ultima sono state definite "serie e stabili", con la paziente che resta tutt'ora ricoverata costantemente monitorata, nonostante non si figuri un allarme sanitario.

Latest News