Di Maio in Cina, sostenere imprenditori

Ciie, Di Maio è arrivato a Shangai per difendere il «Made in Italy»

Cina, Di Maio siederà al tavolo con i capi di Stato

"Sarà anche un'occasione per incontrare e confrontarmi con il mio omologo cinese, Wang Yi".

Dopo il Marocco, Luigi Di Maio goes to China: gli impegni internazionali da ministro degli Esteri impongono al leader dei 5Stelle di staccarsi temporaneamente da vicende e attriti romani, che pure lo inseguono anche all'estero. "L'Italia partecipa come partner in un padiglione che ospita oltre 160 aziende - scrive ancora nel post il Ministro - davvero una grande vetrina per le nostre aziende". "Pensate che circa un terzo del PIL italiano è frutto dell'export, ma solo una percentuale bassissima di aziende, più o meno il 4%, esporta regolarmente, quindi i margini di ampliamento sono enormi - continua Di Maio - L'Asia, e la Cina in particolare, sono mercati in cui ogni anno cresce la domanda di prodotti di alta qualità, perché il benessere economico aumenta".

Ancelotti: "Ritiro? Non sono d'accordo, ma l'accetto. Vogliamo gli ottavi di Champions"
La squadra azzurra dopo il ko contro la Roma è stata spedita in ritiro dal presidente De Laurentiis fino a domenica. Non guardo in casa d'altri per non creare alibi. "Gli arbitri dovrebbero essere tutti stranieri e ben pagati".


Il ministro degli Esteri italiano Luigi di Maio ha ricevuto l'invito personale di Xi Jinping per partecipare alla cena riservata a capi di Stato e governo. "Dal punto di vista delle conoscenze, delle tecnologie e delle cose ben fatte l'Italia ha tanto Made in Italy da portare nel mondo", ha proseguito il responsabile della diplomazia italiana, sottolineando che "non sono solo prodotti ma sono tante idee, tanti progetti, e questi progetti oggi viaggiano su un canale preferenziale che abbiamo potuto creare grazie al memorandum d'intesa sulla Via della seta". Obiettivo della missione, la promozione del Made in Italy. "Siamo qui", ha scritto in un post su Instagram, "per sostenere la nostra industria e i nostri ingegni". Di Maio, come comunicato dalla Farnesina, ha già incontrato il Consigliere di Stato e Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Cinese, Wang Yi. "Per quanto riguarda in generale le tensioni economiche internazionali tra Stati Uniti e Cina, noi auspichiamo che il prima possibile ci possa essere un accordo che serva ad abbassarle", ha dichiarato il ministro da Shanghai, durante una visita agli stabilimenti Comau.

Latest News