Ferrari: utile terzo trimestre giù a -41%, migliorano target 2019

Ferrari rivede al rialzo target 2019 ricavi a 3,7 miliardi

Ferrari rivede al rialzo target 2019 ricavi a 3,7 miliardi +CLICCA PER INGRANDIRE

Considerata, quindi, la performance solida nel terzo trimestre, Ferrari ha rivisto al rialzo i target per il 2019, con i ricavi netti a 3,7 miliardi di euro (precedentemente si stimavano 3,5 miliardi), ebitda (utili prima degli interessi, delle imposte, del deprezzamento e degli ammortamenti) a 1,27 miliardi (tra 1,2 e 1,25 miliardi), ebit (guadagni prima di interessi e tasse) a 0,92 miliardi (0,85-0,9) e free cash flow (quantità di denaro che l'azienda ha a disposizione) superiore a 0,6 miliardi (maggiore di 0,55). Lo comunica la società di Maranello, sottolineando che nei primi nove mesi dell'anno l'utile netto è stato di 533 milioni, in diminuzione dell'11% nel confronto con gennaio-settembre 2018.

Le vetture consegnate hanno raggiunto le 2.474 unità, con un incremento del +9,4% rispetto all'anno precedente (212 in più). Dopo il riacquisto di azioni proprie per 303 milioni di euro e la distribuzione di dividendi ammonta a 195 milioni, l'indebitamento industriale netto al 30 settembre è pari a 369 milioni, rispetto a 370 milioni al 31 dicembre 2018.

Ferrari ha migliorato le principali stime finanziarie per il 2019.

Festa delle Forze Armate a Napoli con Mattarella foto
Il 4 novembre è stata l'unica festa nazionale che, istituita nel 1919, abbia attraversato le età dell'Italia liberale, fascista e repubblicana.


Ebitda e ricavi oltre le attese per Ferrari.

Ricavi +9,2%, strategia di diversificazione marchio. Il margine operativo lordo adjusted dovrebbe raggiungere gli 1,27 miliardi di euro (1,2-1,25 miliardi la precedente stima), determinato una marginalità nell'ordine del 34%.

Positiva anche la guidance: previsti entro la chiusura dell'anno finanziario ricavi netti per 3,7 miliardi (rispetto ai 3,5 originariamente previsti), un Ebtda adjusted di 1,27 miliardi, Ebit adjusted di 920 milioni e, infine, un flusso di cassa di oltre 600 milioni (a fronte di 550 milioni di partenza). Lo rende noto il gruppo Ferrari precisando che questo risultato è stato trainato dall'aumento pari al 9,5% delle vendite dei nostri modelli a 8 cilindri (V8) e dall'aumento pari all'8,9% dei nostri modelli a 12 cilindri (V12).

Latest News