Quattro giorni lavorativi a settimana? Microsoft ci ha provato

Microsoft, lavorare 4 giorni a settimana aumenta la produttività

Microsoft testa la settimana lavorativa di quattro giorni: impennata della produttività

Nei prossimi mesi sarà lanciato un altro periodo di prova, ma con princìpi leggermente diversi: le ore non verranno ridotte tanto quanto è successo nel mese di agosto, ma piuttosto ai dipendenti sarà chiesto di concentrarsi sul riposo e sul confronto con gli altri per condividere idee su come lavorare, riposare e imparare.

L'imprenditore ha chiarito che il suo obiettivo è che i suoi dipendenti "pensino e sperimentino come possono ottenere gli stessi risultati con il 20% in meno di tempo di lavoro". Questi, come anticipato sopra, per tutto il mese sono dunque andati in ufficio 4 giorni su 7, non disdegnando per niente la decisione presa ai piani alti. Incredibilmente, nonostante il giorno lavorativo in meno, la produttività è aumentata del 40%.

Nel corso dell'inverno Microsoft condurrà, sempre in Giappone, un secondo esperimento, che però non includerà la settimana lavorativa più corta.

Coppa di testa di Modena - Gigi il salumificio: richiamo per rischio microbiologico
Sono stati ritirati dal ministero della Salute gli sfilacci di carni equine a marchio Masina La Salumeria per la presenza di Listeria monocytogenes .


Nell'ambito della sperimentazione, inoltre, il tempo massimo delle riunioni è stato fissato a 30 minuti e le discussioni online sono state incoraggiate rispetto a quelle in presenza, faccia a faccia.

Quali i risultati? Con una certa sorpresa, lavorando un giorno in meno la produttività è cresciuta del 40%. In questo modo, spiega il management, si è ridotto il cumulo di stress derivato dall'iper-competizione che caratterizza il mondo del lavoro nipponico.

Ad esempio, il consumo di energia elettrica è diminuito del 23,1%, mentre quello di carta è sceso del 58,7%. Non solo: i dipendenti hanno goduto di un sostegno economico per l'organizzazione di gite fuori porta, attività ricreative familiari o corsi di aggiornamento da seguire facoltativamente nei giorni liberi. La posta in gioco è uno stile di vita migliore, una maggiore produttività lavorativa, ma anche una migliore salvaguardia dell'ambiente, dovuta ai minori consumi aziendali. Nel 2018, la società della Nuova Zelanda Perpetual Guardian ha provato una settimana di lavoro di quattro giorni in due mesi per i suoi 240 membri del personale.

Latest News